TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE – Audiweb Week 1-7 giugno. Dopo il boom si torna gradualmente alla normalità

Con il graduale ritorno alla normalità, la ripresa delle attività economiche e degli spostamenti, continua la discesa dell’audience dei brand di informazione e dei siti editoriali italiani rispetto ai picchi di crescita che si erano registrati all’inizio dell’emergenza, quando tutti cercavano su Internet le ultime notizie sull’evolversi della situazione. I dati dell’ultimo report di Audiweb Week, relativo alla prima settimana di giugno, ci dicono che i siti della categoria ‘current events & global news’ – vale a dire i quotidiani online, sia nazionali che locali, compresi quelli nativi digitali, e le testate all news dei broadcaster – vedono scendere del 6% i propri utenti unici in confronto alla prima settimana di maggio. Rispetto alla situazione precedente lo scoppio dell’emergenza coronavirus (dal 20 gennaio al 16 febbraio, vedi la penultima colonna della tabella), l’audience dei siti di informazione resta comunque più elevata, in media del 28%.

Su cento brand della nostra classifica, 69 sono in calo rispetto alla settimana dal 4 al 10 maggio e 31 in crescita. Tra i brand che crescono di più, Mashable Italia, il magazine online sulle tecnologie, l’intrattenimento e la cultura digitale del gruppo Gedi (+208%), Zingarate.it, il sito di viaggi del gruppo Mondadori, che totalizza un +139%, segno che la voglia di vacanze diventa sempre più forte. Anche alcuni quotidiani locali segnano incrementi notevoli: +155% il Corriere di Arezzo, +93% il Giornale di Vicenza, +42% LaSiciliaweb.it, +22% LaSicilia.it (gli ultimi due del gruppo Ciancio Sanfilippo). Tra i magazine femminili registrano buoni risultati rispetto all’inizio di maggio Cosmopolitan.it (+66%), CheDonna.it (+63%), Grazia.it (+14%), Elle (+8%). Tra le testate nazionali di informazione, in crescita Il Giornale (+29%), TgCom24 (+10%), Il Fatto Quotidiano (+6%) e la Gazzetta dello Sport (+3%).

 

Rispetto al periodo pre crisi, sono 57 i brand in calo, mentre i restanti 43 vedono ancora crescere la propria audience. Anche in questo caso i risultati migliori, con aumenti a due e anche a tre cifre, li hanno fatti alcuni quotidiani locali (Corriere di Arezzo, Il Giornale di Vicenza, Gazzetta del Mezzogiorno, Il Quotidiano del Sud, La Nuova Sardegna). Sono andate bene anche le testate economico finanziarie (Il Sole 24 Ore, Milano Finanza, QuiFinanza), i siti femminili come CheDonna.it, Cosmopolitan.it e ClioMakeUp e alcuni magazine sul mondo dei viaggi e dei motori (ViaggiNews.com, inSella, Tuttomotoriweb.com), per non parlare dei siti sul mondo della scuola, come la piattaforma di insegnamento a distanza WeSchool, che ha più che triplicato i suoi utenti unici.

In testa alla classifica c’è sempre il Corriere della Sera con 13,4 milioni di utenti unici settimanali, quasi la metà rispetto alla seconda settimana di marzo, quando aveva raggiunto la cifra record di 25,8 milioni, e il 16% in meno rispetto all’inizio di maggio. Seconda si conferma la Repubblica con 12,6 milioni di utenti unici, in calo del 14% su maggio ma in crescita del 3% sul periodo precedente l’emergenza. TgCom24 sale al terzo posto con 11,4 milioni di utenti unici (+10% sia rispetto a maggio che al periodo pre crisi), superando il Messaggero, quarto con 10,2 milioni (-11% su maggio). Quinto è Fanpage con 8,4 milioni; Il Fatto Quotidiano, in crescita del 6%, è sesto e supera GialloZafferano; seguono all’ottavo e al nono posto LaStampa.it e il portale Virgilio. Chiude la top ten Il Sole 24 Ore con 5,9 milioni di utenti unici settimanali.

Il report di Audiweb Week prende in esame anche l’audience video, che ha assunto dimensioni sempre più rilevanti negli ultimi tempi, in particolare durante il periodo dell’emergenza. La seconda tabella mostra appunto i brand che hanno fatto rilevare da Audiweb la fruizione dei propri contenuti video nella settimana in esame. La tabella comprende anche i portali multimediali e i servizi di streaming dei broadcaster e altre categorie escluse in genere dalla nostra top 100, come ‘portals & communities’ e ‘weather’.

Come si vede, sono i brand della categoria ‘current events & global news’ a dominare la classifica. TgCom24 è primo con 4 milioni di utenti unici video nella settimana 1-7 giugno, il 22% in più rispetto alla prima settimana di maggio e l’80% in più rispetto al periodo pre emergenza. Al secondo posto Fanpage, il giornale online di Ciaopeople Media Group, che ha sempre dedicato molta importanza ai video, con 3,7 milioni. Terzo il Corriere della Sera, 2,5 milioni. Il primo ‘broadcast media’ della classifica, Mediaset Play, è al quarto posto. Repubblica è quinta. Seguono altri due broadcaster, Rai Play e La7, rispettivamente sesto e settimo. Chiudono la top ten il portale Libero di Italiaonline, la Gazzetta dello Sport e Cookist, il sito di cucina di Ciaopeople.

Per segnalazioni: cazzola@primaonline.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP INFLUENCER ITALIA, POST e PAID POST. A settembre sul podio Ferragni, Autogol e Rossi. In calo i contenuti dei personaggi più famosi

TOP INFLUENCER ITALIA, POST e PAID POST. A settembre sul podio Ferragni, Autogol e Rossi. In calo i contenuti dei personaggi più famosi

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social. In settembre Scanzi primo con quasi 7 milioni di interazioni e 14 mln video views. Seguono Tosa e Mentana

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social. In settembre Scanzi primo con quasi 7 milioni di interazioni e 14 mln video views. Seguono Tosa e Mentana

Pubblicità in crescita del 7% in agosto ma da inizio anno pesa il lockdown, -17,7%. Nielsen: confermata inversione di tendenza

Pubblicità in crescita del 7% in agosto ma da inizio anno pesa il lockdown, -17,7%. Nielsen: confermata inversione di tendenza