New York Times: niente rientro negli uffici almeno fino a gennaio 2021

Il New York Times non richiederà ai suoi 4000 dipendenti di tornare agli uffici, almeno fino al gennaio 2021. E’ la decisione presa dall’editrice del quotidiano newyorkese, mentre ancora in tutto il mondo si sta facendo i conti con l’emergenza Covid.

“Stiamo stabilendo queste linee guida, in modo che tu possa pianificare il resto dell’anno”, si legge in una nota inviata allo staff, nella quale sostanzialmente si segnala che il Nyt potrà chiedere a un “piccolo numero” di persone di tornare “se svolgono un lavoro che può avere dei vantaggi se svolto in ufficio”. Ma in ogni caso, la società rispetterà la decisione di qualsiasi dipendente che non desideri tornare in ufficio.

La sede del New York Times (foto Primaonline.it)

Fuori da New York, alcune sedi del giornale sono state riaperte o lo faranno presto. Tuttavia, anche in questo caso, il rientro sarà su base volontaria.

Da gennaio poi il giornale potrà chiedere ai dipendenti di tornare, con un occhio di riguardo per la condizione dei trasporti e le circostanze generali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza