Minacce da Malta a Nello Scavo di Avvenire. Fnsi e Alg: il governo italiano reclami spiegazioni

“Neville Galà è stato per anni uno stretto collaboratore del governo maltese. In queste ore è tornato alla ribalta per le minacce contro Nello Scavo, rigoroso cronista dell’Avvenire, che, con le sue inchieste, ha svelato e continua a svelare illeciti, truffe, crudeltà nella gestione dei migranti e dei respingimenti, a Malta e non solo”. Inizia così la nota con cui Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario e presidente della Fnsi, e Paolo Perucchini, presidente dell’Associazione Lombarda dei giornalisti, hanno espresso la loro solidarietà a Nello Scavo, dopo le minacce via Twitter (“Fermate i vostri sporchi affari. Altrimenti vi fermiamo noi”) arrivare al giornalista da parte di Neville Galà, ex direttore dell’Ufficio del Primo ministro di Malta.

Nello Scavo (Foto ANSA / MATTEO BAZZI)

“Chiediamo al governo italiano di reclamare immediate spiegazioni, perché a nessuno può essere impunemente consentito di minacciare un cronista che sta svolgendo il suo dovere di illuminare le zone dell’oscurità”, hanno scritto nella nota Lorusso, Giulietti e Perucchini, che hanno ricordato come “Tra le “oscurità” maltesi resta l’assassinio di Daphne Caruana Galizia, assassinata per aver svelato mafie, malaffare, corruzione”.

“Tali minacce sono ancora più gravi perché Nello Scavo è già costretto ad una “vita sotto scorta” per le minacce dei trafficanti libici. La Federazione nazionale della Stampa italiana e l’Associazione Lombarda dei giornalisti, di intesa con Nello Scavo, segnaleranno l’episodio all’Osservatorio sui cronisti minacciati affinché siano compiuti tutti gli accertamenti necessari e assunte le misure conseguenti. Siamo infine pronti a condividere tutte le azioni, in tutte le sedi, compresa quella giudiziaria, che saranno decise e promosse dal suo giornale e dalle tante associazioni che si riconoscono nell’impegno professionale, etico e civile di Nello Scavo”, hanno concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino