La Cucina Italiana candida l’Italia a tavola a patrimonio dell’Unesco. Appello di chef Bottura: fare sistema per essere più forti (VIDEO)

Cuochi, imprenditori e amici dell’Italia. Sono le forze speciali che La Cucina Italiana ha messo in campo per sostenere l’ambizioso progetto di promuovere il valore della cultura gastronomica italiana, candidandola all’Unesco quale patrimonio immateriale dell’umanità.

“La cucina è un linguaggio e nel caso della cucina italiana è la lingua più parlata al mondo”, ha detto l’ad dell’editrice Fedele Usai, presentando via Zoom l’iniziativa e ricordando come questo riconoscimento abbia un valore per l’intero paese. “È una chiamata alle energie del paese, un passaggio storico per una delle filiere che rappresentano l’Italia al meglio”.

Nell’ambito di questa iniziativa, a partire da luglio fino a dicembre, ogni numero del magazine diretto da Maddalena Fossati Dondero sarà firmato da un grande cuoco italiano, diventando come un dossier di candidatura, nel quale lo chef racconterà la sua cultura del cibo, il suo territorio e la filiera interagendo con le rubriche e i contenuti della storica rivista.

Un momento della presentazione, con Massimo Bottura, Maddalena Fossati Dondero, Fedele Usai e Luca Dini

Protagonista del primo dei sei numeri da collezione, in edicola dal 2 luglio – che sarà poi tradotto in inglese per essere diffuso anche negli Stati Uniti – , è Massimo Bottura, tre stelle Michelin con l’Osteria Francescana di Modena, ritratto in copertina da JR, artista di fama mondiale e di nazionalità francese. “Da Nord a Sud, la nostra è una penisola ricca di cultura, storia, innovazione”, ha sottolineato lo chef. “Vorrei che in questo Paese non si dicesse più Modena “o” Bologna, ma Modena “e” Bologna, ma si imparasse ad unire, a cucire, perchè i rapporti tra uno e l’altro sono fondamentali”. “Se facciamo sistema ne usciamo nel mondo molto più forti”, ha ribadito Bottura secondo cui unire realtà diverse e anche concorrenti – dal consorzio del Parmigiano a quello del Grana Padano, da Andrea Illy a Giuseppe Lavazza – resta l’unico modo per farsi ascoltare. “Sognare da soli rimane solo un sogno, ma sognare da soli diventa realtà”, ha chiosato citando  John Lennon.

Da qui l’invito a credere nel valore della cucina con un appello alla politica per spostare il settore nel comparto del turismo. “Se la cucina diventasse parte del turismo o dell’agricoltura, o dell’artigianato, ma non nel comparto del commercio, già assumerebbe un valore diverso, con un approcio diverso. Noi non siamo delle mega industrie, come ci sono in Cina o in America,  i nostri posti sono delle piccole botteghe rinascimentali”, ha detto lo chef.

“La prima ragione per cui gli Americani vengono in Italia è la gastronomia, non più l’arte”,  ha ricordato Bottura citando il Nyt, e invitando il ministro Mibact Franceschini, e con lui il governo intero, a sostenere la candidatura all’Unesco.

“Siamo partiti per una grande avventura: mettere insieme l’Italia e raggiungere un grande riconoscimento internazionale”, ha ribadito anche Fossati Dondero, direttore della testata. “È una grande occasione per aggregare le nostre forze intorno a un unico obiettivo e allo stesso tempo scoprire gli universi dei grandi maestri della nostra cucina che vuol dire identità e cultura ma anche tutta la loro filiera, in una parola territorio”.

Nel numero anche l’intervista di Luca Dini ai due grandi del caffè italiano, Andrea Illy e Giuseppe Lavazza, insieme per la prima volta a parlare di un obiettivo comune. Tra i tanti contributor anche Malcom Pagani, Andrea Grignaffini, Patrizia Re Rebaudengo, Camilla Baresani e Paolo Marchi mentre le immagini sono scattate dai maestri come Massimo Vitali, contributor di testate prestigiose (New York Times e Le Monde), autore, in questo primo numero, di uno straordinario ‘Viaggio In Italia’. Tra gli artisti anche Mimmo Paladino, che parla di cucina e pittura dal suo atelier in Campania.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A luglio SkySport sempre primo, con tre canali (F1, Moto GP e NBA). Sport Mediaset new entry

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A luglio SkySport sempre primo, con tre canali (F1, Moto GP e NBA). Sport Mediaset new entry

Mediaset, Vivendi prova a fare pace. I francesi scrivono ai vertici di Cologno: inutile andare avanti con battaglie legali

Mediaset, Vivendi prova a fare pace. I francesi scrivono ai vertici di Cologno: inutile andare avanti con battaglie legali

Addio Sumner Redstone, il fondatore dell’impero media Viacom-Cbs muore a 97 anni

Addio Sumner Redstone, il fondatore dell’impero media Viacom-Cbs muore a 97 anni