TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE. A maggio calano i siti di news, crescono quelli sui viaggi e i motori

Dopo aprile, anche in maggio continuano a calare i visitatori unici dei siti di news rispetto ai picchi registrati nel pieno dell’emergenza coronavirus. Le rilevazioni di Comscore indicano che l’audience di questi media resta comunque più elevata di un anno fa (+2% gli utenti unici e +15% il tempo speso) e anche del periodo pre-covid (+7% il tempo speso su febbraio 2020).

Tra i 93 media di informazione presi in considerazione dalla società di rilevazione nel report per Primaonline (37 dei quali sono inclusi nella Top 100), la grande maggioranza vede calare la propria audience rispetto al mese precedente e solo 31 sono in crescita; i risultati migliori li fanno Virgilio Notizie (+54%), il Giornale di Sicilia-Gds.it (+42%), Upday (+39%), NextQuotidiano.it (+38%), La Gazzetta del Sud (+36%), Rai News (+25%) e Citynews (+8%).

IN CASO DI RIPRESA DELLA CLASSIFICA SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT 

IN CASO DI RIPRESA DELLA CLASSIFICA SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT 

Le prime cinque posizioni in classifica restano invariate rispetto ad aprile. Primo è Ciaopeople, gruppo editoriale a cui fanno capo il giornale online Fanpage, i magazine Cookist (cucina) e Ogha (salute e benessere), come specifica la nota in coda alla tabella. Secondo è il gruppo editoriale Citynews con i suoi 50 giornali locali online e la testata nazionale Today.it. Terzo il network di Evolution Adv, che comprende 24 tra giornali online e magazine tematici, di cui sei aggiunti in maggio (Ascoltitv.it, EdizioneCaserta.net, PianetaBasket.com, Ricettedal mondo.it, Ricetteintv.com e Ultimaora.news). Quarto TgCom24, il quotidiano online di Mediaset, con i suoi siti aggregati (Meteo.it, SportMediaset, ComingSoon e Nonsprecare.it). Quinto Giallozafferano, il popolare sito di ricette del gruppo Mondadori.

Al sesto posto sale Quotidiano Net del gruppo Monrif, con i suoi siti aggregati. Settimo è il Messaggero che Comscore (a differenza di Audiweb) rileva come singola testata, senza siti collegati. Lo stesso vale per il Fatto Quotidiano, ottavo. Al nono posto c’è invece un altra aggregazione, quella di Web365, che comprende ben 29 siti, quattro dei quali aggiunti in maggio (Bloglive.it, Chenews.it, Inews24.it e Yeslife.it). Chiude la top ten il Sole 24 Ore, tallonato da QuiFinanza, il sito economico finanziario di Italiaonline.

Ricordiamo che dalla nostra classifica sono esclusi, su richiesta dell’editore, i giornali online del gruppo Gedi, vale a dire la Repubblica, la Stampa, l’Huffington Post, Il Secolo XIX, i quotidiani locali di GNN (Gedi News Network), Business Insider e Mymovies.it. Questo mese manca anche l’aggregato del Corriere della Sera per il quale è in corso una investigazione tecnica sul dato di maggio. Nella valutazione dei dati c’è da tener presente, inoltre, che per La Gazzetta dello Sport e LiberoQuotidiano il numero di utenti unici non comprende le AMP (Accelerated Mobile Pages), le pagine ottimizzate per i dispositivi mobili di Google.

Crescite significative dell’audience rispetto ad aprile si registrano per i siti sui viaggi (+21%) e i motori (+38%). “Questi siti, che sono stati tra i più penalizzati nel periodo del lockdown, ora vedono aumentare non solo gli utenti ma anche il tempo speso, rispettivamente del 7% e del 24%”, osserva Fabrizio Angelini, ceo di Sensemakers, la società che rappresenta Comscore in Italia. “Il settore Automotive recupera i livelli di audience dello scorso anno (+10% sul maggio 2019) ma ancora deve recuperare in termini di tempo speso (-40%). Nel Travel il gap rispetto allo scorso anno risulta ancora consistente, sia in termini di utenti (-20%) e tempo speso (-70%), e solo l’arrivo dei mesi estivi ci dirà se verrà colmato”.

Il tempo speso è un indicatore importante dell’audience, forse ancora più del numero di utenti, perché è direttamente correlato con l’attenzione, l’interesse dimostrato dai lettori. Ordinando la tabella in base a questo parametro, le prime dieci posizioni sono occupate, nell’ordine, da WeSchool (79 minuti per utente in media), Yahoo Finance (57 minuti), Tiscali.it (51), Microsoft News (34), Dagospia (24), TgCom24 (19), La Gazzetta dello Sport e il quotidiano Libero (15), Tuttosport e l’Ansa (12). Il tempo speso online è monopolizzato dalle property di Google (1.391 minuti, cioè circa 23 ore) e Facebook (1.058 minuti, ovvero quasi 18 ore). Seguono a grande distanza Amazon (84 minuti) e Microsoft (80). Le uniche realtà italiane che riescono a competere con i big del web nella gara per conquistare l’attenzione degli utenti sono Italiaonline (75 minuti) e Mediaset (50).

cazzola@primaonline.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Audipress, cresce la lettura in digitale (+9,1%), un italiano su tre legge (almeno) un quotidiano. Mauri: serve misurazione integrata carta e digitale

Audipress, cresce la lettura in digitale (+9,1%), un italiano su tre legge (almeno) un quotidiano. Mauri: serve misurazione integrata carta e digitale

Pubblicità online male anche a giugno (-9,7%), semestre nero (-15,8%). Fcp-Assointernet: a luglio netta inversione di tendenza

Pubblicità online male anche a giugno (-9,7%), semestre nero (-15,8%). Fcp-Assointernet: a luglio netta inversione di tendenza

Audiweb Week: dal 13 al 19 luglio audience online in calo rispetto a giugno. Eccezione per i brand entertainment

Audiweb Week: dal 13 al 19 luglio audience online in calo rispetto a giugno. Eccezione per i brand entertainment