Vigilanza: Anzaldi (Iv), Pd e M5S ottengono accesso agli atti sulla votazione di Foa alla presidenza Rai

Michele Anzaldi ce l’ha fatta. Questa mattina in Commissione di Vigilanza Rai la maggioranza, formata dai commissari del M5S e del Pd, ha chiesto formalmente al presidente Alberto Barachini di avere accesso agli atti della votazione sul presidente della Rai Marcello Foa del settembre del 2018. Un atto che impegna il presidente, anche se recalcitrante, ad agire.

Un grande vittoria per Anzaldi, parlamentare di Italia Viva, veterano in Vigilanza, che ha fatto una battaglia per ottenere la trasparenza sulla nomina del presidente della Rai, non ricevendo mai soddisfazione.

Michele Anzaldi (Foto LaPresse)

Anzaldi aveva cercato di coinvolgere anche il presidente della Camera, Roberto Fico, con un’istanza di accesso ai documenti che riportiamo qui di seguito.

“Lo scrivente”, Michele Anzaldi (Italia Viva), segretario della Commissione di Vigilanza Rai, “come più volte denunciato, ha fondati motivi di ritenere che, in occasione della votazione che si è svolta presso la Commissione di Vigilanza Rai in data 26 settembre 2018 relativa all’approvazione della nomina del dottor Foa nella carica di Presidente della Rai, talune schede di votazione potrebbero risultare segnate e, come tali, riconoscibili, con conseguente invalidazione del voto espresso in tale occasione, in quanto contrastante con la prescrizione contenuta all’art.12 bis, comma 3, del Regolamento della medesima Commissione di Vigilanza Rai, ai sensi del quale la votazione del parere vincolante per la nomina del Presidente della Rai deve essere effettuata a scrutinio segreto. Lo scrivente ha non solo un pieno diritto, ma anche un preciso dovere di indagare – e, nel caso, di denunciare – eventuali irregolarità nell’attività svolta dalla Commissione bicamerale di cui fa parte; tanto più, considerati i rilevantissimi effetti che un servizio pubblico radiotelevisivo, cedevole agli interessi e alle richieste di alcune forze politiche, ha determinato e continua a determinare in danno delle altre forze politiche nonché in danno del più generale valore della pluralità e obiettività dell’informazione”.

Marcello Foa e Alberto Barachini (Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Papa ai giovani: diffondete via social la parola di Dio e coinvolgete sul web i coetanei nella cura del Pianeta

Papa ai giovani: diffondete via social la parola di Dio e coinvolgete sul web i coetanei nella cura del Pianeta

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente