Giuseppe De Martino, direttore tecnico di Sportium

A partire dal 2 luglio 2020, Giuseppe De Martino è direttore tecnico di Sportium, società del Gruppo Progetto CMR specializzata in sport&entertainment asset.

La nomina avviene dopo l’acquisizione da parte della società di Studio SDM, specializzato nelle realizzazioni in ambito sportivo. Non solo, Sportium ha appena firmato il progetto dello Stadio del Cagliari ed è in short list per il progetto del nuovo Stadio di Milano.

Giuseppe De Martino (sinistra) insieme a Massimo Roj (destra)

Giuseppe De Martino, Laureato in architettura al Politecnico di Milano, ha unito la sua passione per lo sport a quella per l’architettura, infatti, dopo la laurea ha frequentato un Master in ‘Management dello Sport’ e si è specializzato nella progettazione di impianti sportivi, settore nel quale vanta una vasta esperienza. È attualmente membro della Commissione Impianti della Federazione Italiana Pallacanestro,
interviene in qualità di esperto ai corsi organizzati dal Coni Lombardia ed è docente al Master in Marketing sportivo del Sole 24ore.

“Siamo felici che il nostro Gruppo si arricchisca di nuove risorse con un consolidato track record nella progettazione di impianti sportivi, e siamo certi che la grande professionalità di Giuseppe De Martino sarà fondamentale per rispondere alle importanti sfide che ci aspettano” ha affermato Massimo Roj, amministratore delegato di Progetto CMR.

Studio SDM ha all’attivo molti progetti di diverse tipologie, dalla singola pista di atletica fino a complessi multifunzionali come ad esempio il Palaghiaccio di Varese (attualmente in via di realizzazione) sia in Italia sia all’estero.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giovanni Taliana, direttore relazioni esterne di Aspiag Service

Giovanni Taliana, direttore relazioni esterne di Aspiag Service

Sandeep Kataria, ceo di Bata

Sandeep Kataria, ceo di Bata

Flavio Ghiringhelli, presidente dell’IBAR

Flavio Ghiringhelli, presidente dell’IBAR