Giuseppe Sini, nuovo chairman del management committee del Consorzio AAE-1

Condividi

Giuseppe Sini è stato nominato chairman del management committee del Consorzio AAE-1, governance e organo decisionale della realtà che ha realizzato il cavo sottomarino AAE-1 e che è composto da 19 operatori globali di telecomunicazioni.

Giuseppe Sini

Sini è direttore della international business unit di Retelit, gruppo italiano del settore delle tlc e per la trasformazione digitale: in azienda da 10 anni con diverse responsabilità di business, ha contribuito al posizionamento di Retelit da operatore domestico a player internazionale.
Già vice chairman dal 2018, nel suo mandato partito dal 1 luglio 2020, oltre alla governance del Consorzio e alle operazioni del sistema sottomarino, avrà anche il compito di potenziare ulteriormente il sistema AAE-1 e mantenerlo “sempre ai massimi livelli di prestazioni e sicurezza”.
L’obiettivo dei prossimi anni è un ulteriore incremento della capacità totale del cavo, recentemente aumentata da 40 a 80 Terabit al secondo, per portarla a superare i 160 Terabit al secondo, rispondendo così alla crescente domanda di traffico Internet sulla rotta Eurasia da parte di carrier e OTT, lievitata enormemente negli ultimi mesi a causa del Covid-19.
Laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Milano, con specializzazione all’“École Nationale Superieure des Télécommunications” a Parigi, prima del Gruppo Retelit Sini ha ricoperto diversi incarichi di responsabilità nel Gruppo Telecom Italia sia presso l’headquarter sia all’estero con responsabilità di general management di controllate internazionali e presso Teleglobe, il carrier internazionale canadese poi acquisito da Tata Group. Ha un’esperienza ventennale nel mercato delle telecomunicazioni internazionali e nel mondo delle infrastrutture sottomarine.
“Questa designazione rappresenta un importante riconoscimento per Retelit e per l’Italia per il contributo apportato al progetto”, ha detto Sini. “E, allo stesso tempo, è una dimostrazione del posizionamento internazionale dell’azienda e delle sue professionalità. Grazie a una visione strategica di medio/lungo termine e a una strategia di espansione internazionale, oggi Retelit si posiziona come player nel mercato globale delle telecomunicazioni e l’Italia punto di riferimento nel bacino del Mediterraneo, in un momento storico in cui la connessione fra continenti è più che mai cruciale”.