Facebook, Google e Twitter: stop alle richieste di dati degli utenti di Hong Kong

Facebook, Google e Twitter hanno confermato di non rispondere più alle richieste di informazioni sui propri utenti da parte del governo e delle autorità di Hong Kong, per rispetto della libertà di espressione. “Mercoledì scorso, quando è entrata in vigore la legge, abbiamo sospeso l’elaborazione di eventuali nuove richieste di dati”, ha dichiarato un portavoce di Google, che include anche la piattaforma video di YouTube.

Hong Kong, migliaia di manifestanti a Victoria Park (LaPresse – Photo by ISAAC LAWRENCE / AFP)

Le tre piattaforme globali hanno riferito che i loro team stanno esaminando attentamente la recente legge sulla sicurezza nazionale imposta a Hong Kong dalla Cina.”Come molte organizzazioni, leader della società civile e colleghi del settore, siamo seriamente preoccupati per gli sviluppi in corso e il potenziale di questa legge”, ha dichiarato un portavoce di Twitter. “Riteniamo che la libertà di espressione sia un diritto umano fondamentale e sosteniamo il diritto delle persone di esprimersi senza paura per la propria sicurezza e senza paura di altre ripercussioni”, ha affermato un portavoce di Facebook. Il colosso dei social media ha anche interrotto le risposte alle richieste per la sua messaggistica WhatsApp: la sua crittografia end-to-end protegge i messaggi di 2 miliardi di persone in tutto il mondo ogni giorno.

Nelle ultime ore anche Zoom, LinkedIn e Telegram hanno annunciato la sospensione della condivisione dei dati.

Basta Tik Tok per i residenti di Hong Kong – I residenti di Hong Kong non potranno presto utilizzare la famosa app TikTok per i giovani a causa della recente legge sulla sicurezza nazionale imposta dalla Cina.
Lo ha annunciato la società ieri sera. “Alla luce dei recenti eventi, abbiamo deciso di interrompere l’app TikTok a Hong Kong”, ha affermato un portavoce.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, Fico: dobbiamo liberarla dai partiti. Se cambia, può cambiare il Paese

Rai, Fico: dobbiamo liberarla dai partiti. Se cambia, può cambiare il Paese

Massimo Giletti in diretta su Rtl 102.5. Ogni venerdì alle 8 col programma ‘Giletti 102.5’

Massimo Giletti in diretta su Rtl 102.5. Ogni venerdì alle 8 col programma ‘Giletti 102.5’

TikTok, 104 milioni di video bloccati in sei mesi: nudità e sicurezza dei minori le principali ragioni

TikTok, 104 milioni di video bloccati in sei mesi: nudità e sicurezza dei minori le principali ragioni