Pasquale Frega alla guida il gruppo delle aziende farmaceutiche a capitale europeo e nipponico all’interno di Farmindustria

Condividi

Il presidente di Novartis Italia e ad di Novartis Farma, Pasquale Frega, a luglio 2020 è stato nominato per il biennio 2020-2022 alla guida del Gef, il Gruppo europeo e nipponico all’interno di Farmindustria che riunisce le maggiori 33 aziende a capitale europeo e nipponico operanti in Italia.

Pasquale Frega

Frega, con oltre 25 anni di esperienza nel settore farmaceutico in Italia e all’estero prima di approdare in Novartis Italia, ha ricoperto importanti ruoli alla guida della società biofarmaceutica Celgene, di cui è stato general manager per l’Italia e, successivamente, della Regione Centro e Nord Europa. Inoltre, dal 2018 è membro dell’Advisory Board Investitori Esteri (ABIE) di Confindustria.
Le sfide che lo attendono, dice lo stessi Frega, “sono epocali”. E aggiunge: “Ci aspettano appuntamenti important. Oggi servono le migliori energie e le più alte competenze per sostenere il rilancio della competitività dell’Italia, la sua capacità di investire e di generare innovazione, e per rispondere alla necessità di riorganizzare il sistema salute per tutti i cittadini. L’intera comunità è scossa dall’impatto della pandemia da Covid-19 e noi metteremo, collettivamente, ancora più energie e impegno per affermare un nuovo clima di fiducia e di dialogo con le istituzioni, i cittadini e i pazienti, alla ricerca di soluzioni condivise”.

Quanto al Gef, la compagine dà occupazione in Italia a circa 24mila persone (indotto escluso) e ha realizzato negli ultimi 5 anni investimenti pari a 3,8 miliardi (dei quali il 60% in ricerca e sviluppo e il 40% in produzione), che rappresentano circa un terzo dell’intero comparto farmaceutico in Italia.

Secondo i dati elaborati da Farmindustria, le aziende di questo gruppo nel 2019 hanno generato 9 miliardi di euro di fatturato a ricavo industria, pari a circa metà del totale del mercato farmaceutico in Italia, anche grazie ai 40 siti produttivi operanti sul territorio nazionale, che contribuiscono in maniera fondamentale all’export di tutto il settore.