Turismo, Franceschini su Enit: nominerò un amministratore delegato coinvolgendo diverse categorie economiche

Condividi

“Nel dl rilancio ho chiesto una norma che prevedeva di inserire nella governance dell’Enit la figura di un amministratore delegato proprio per dare all’ente dinamicità, presenza e capacità operativa. Poiché la nomina era di competenza del ministro e Fdi con un emendamento approvato in commissione ha chiesto il coinvolgimento delle categorie economiche, la nomina la farà il ministro. Quindi la farò io, ma dopo aver sentito le categorie, in un giusto coinvolgimento”. A dirlo è il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, rispondendo al question time alla Camera.

Il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini (Foto ANSA/ RAFFAELE VERDERESE)

Il ministro ha osservato poi: “Faccio presente che l’attuale governance dell’Enit, che sta operando bene, non è stata nominata da questo governo ma da quello precedente rispetto al quale noi eravamo all’opposizione. L’Enit opera comunque in piena autonomia e il Mibact esercita dei poteri di vigilanza”.

Franceschini ha spiegato ancora: “Non c’e’ nulla da nascondere: una donna molto brava che era stata mia consigliera nel mio precedente mandato è stata assunta all’Enit quando io non ero piu’ ministro. La fase di trasformazione del contratto a tempo indeterminato è ancora in corso. Credo che non verrà mai fatta nessuna pressione, ma non vorrei che avere collaborato con un ministro diventi, anziché un elemento di arricchimento del curriculum, un appesantimento e un ostacolo, perché così non è in nessun Paese del mondo”.