TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social. In giugno Scanzi mattatore, poi Porro e Mentana. Entrano in classifica Tommasi e Gramellini

Anche in giugno, come da tre mesi a questa parte, in testa alla classifica dei giornalisti più attivi sui social, stilata da Sensemakers per Primaonline.it sulla base dei dati di Shareablee, ci sono Andrea Scanzi, primo con 7,1 milioni di interazioni (like, commenti condivisioni) e Nicola Porro, secondo con 1,9 milioni.

Scanzi e Porro sono – su fronti opposti – due esponenti di quella comunicazione aggressiva, farcita di insulti e polemiche, che va per la maggiore sui social network. Un mondo narcisistico ed egocentrico, dove ci si mette in mostra per essere ammirati o odiati, piuttosto che amati, spiega lo psichiatra francese Jean-Christophe Seznec nel suo ultimo libro ‘La magica virtù di misurare le parole’, pubblicato in questi giorni da Feltrinelli.

Scanzi non ha nessuna difficoltà ad ammettere il suo narcisismo, anzi lo rivendica, come rivendica il suo atteggiamento divisivo: “Suscito tutto tranne indifferenza, anche al liceo era così”, afferma in un’intervista concessa a Panorama il 26 giugno, alla vigilia dell’ultima puntata di ‘Accordi e disaccordi’, il programma che conduce su Nove in coppia con Luca Sommi. “Ma più che in tv”, precisa, “il mio narcisismo si alimenta con la platea di un teatro pieno per un mio spettacolo o per un libro primo in classifica”.

Andrea Scanzi annuncia su Facebook il 19 giugno l’uscita del suo nuovo libro, ‘I cazzari del virus’.

Le rilevazioni di giugno di Sensemakers costituiranno certamente un altro motivo di orgoglio per Scanzi, visto che sono suoi tutti e dieci i ‘best performing post’, quelli cioè che hanno totalizzato il maggior numero di interazioni (vedi la seconda tabella). Quanto ai libri, il giornalista del Fatto Quotidiano ha appena dato alle stampe l’instant book ‘I cazzari del virus’, scritto a tambur battente nelle settimane del lockdown ed edito da Paper First (la casa editrice del Fatto), che promette di replicare il record di vendite del suo precedente libro, ‘Il cazzaro verde’, una lunga invettiva contro Matteo Salvini, arrivato alla tredicesima ristampa.

In fatto di invettive Porro non è da meno. La comunicazione aggressiva è un tratto distintivo del vicedirettore del Giornale nei suoi interventi sui social, sul suo blog Zuppa di Porro e nei programmi televisivi, come il talk show ‘Quarta Repubblica’ che conduce da due anni su Rete 4. Ecco alcuni dei titoli che i giornali hanno dedicato in giugno ai suoi interventi: “Nicola Porro contro Roberto Burioni: «La testa di min***a che vorresti prendere a calci nel sedere»”; “Nicola Porro su Vittorio Feltri: «Se ne sbatte le p*** dell’ordine, beato lui che può. Noi siamo incastrati»”; “Nicola Porro contro Giuseppe Conte: «Tridico? Porca putt***, solo ora il premier capisce che è una pippa?»”.

IN CASO DI RIPRESA DELLE CLASSIFICHE SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT

Al terzo posto, con 1,5 milioni di interazioni, Enrico Mentana, in passato sempre abbondantemente in testa alla classifica, ma ora alquanto distaccato. Il direttore del Tg La 7 ed editore del giornale online Open usa un linguaggio popolare senza mai essere violento o volgare e questo forse lo penalizza in un periodo di forti contrapposizioni come l’attuale. Mentana è penalizzato anche dal fatto che non pubblica video sui social, a differenza di Scanzi, che con i suoi filmati totalizza 27,5 milioni di visualizzazioni su Facebook e YouTube (dove ha aperto un canale in maggio), e di Porro che ne totalizza 6,2 milioni.

Marco Travaglio e Selvaggia Lucarelli presentano ‘Cartacanta – Il quiz’

Si conferma in quarta posizione, con 1,1 milioni di interazioni, Marco Travaglio, che quanto a linguaggio aggressivo non è secondo a nessuno, e questa è una caratteristica che piace molto ai suoi fan sui social – 1,7 milioni su Facebook, 1,5 milioni su Twitter – dove Travaglio comunque si limita di solito a condividere i post del Fatto Quotidiano.

Al quinto e sesto posto si piazzano due giornalisti sportivi esperti di calciomercato, che in giugno è ripreso alla grande assieme al campionato: Gianluca Di Marzio di Sky Sport e Alfredo Pedullà del canale tv Sportitalia. Sono specializzati nello sport anche Fabrizio Biasin, caporedattore del quotidiano Libero, nono, e Romeo Agresti, corrispondente della Juventus per Goal.com, che entra per la prima volta in classifica al 14esimo posto.

Saverio Tommasi, giornalista e video reporter di Fanpage

Un’altra new entry è Saverio Tommasi, settimo. Personaggio eclettico, ha lavorato in teatro per quasi un decennio come attore e autore; ha scritto libri di successo, come ‘Siate ribelli, praticate gentilezza’ e ‘Sogniamo più forte della paura’, entrambi editi da Sperling & Kupfer, e da alcuni anni è giornalista d’inchiesta e video reporter a Fanpage, il quotidiano online diretto da Francesco Piccinini.

Entra nella top 15 per la prima volta anche Massimo Gramellini, vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera, undicesimo con 214mila interazioni, cifra relativamente bassa, compensata però da più di 4 milioni di visualizzazioni dei suoi video, tra cui spiccano i monologhi, ‘Dedica’ e ‘Buonasera’, trasmessi su Rai3 e ripubblicati su Facebook e YouTube.

IN CASO DI RIPRESA DELLE CLASSIFICHE SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT

Ottavo è Salvo Sottile, che il 26 giugno ha lasciato dopo quattro anni la conduzione di ‘Mi manda Rai3’, salutando il pubblico con la voce rotta dell’emozione. I suoi video sono tra i più seguiti sui social, dove hanno totalizzato 4,9 milioni di video view.

Al decimo posto Selvaggia Lucarelli, firma del Fatto Quotidiano e responsabile cronaca e spettacoli di TPI, che in questi giorni si cimenta assieme al direttore Travaglio nell’inedito ruolo di conduttrice di un game show, ‘Cartacanta – Il Quiz’, dal 13 luglio su Loft, la piattaforma tv del Fatto.

Completano la classifica Maurizio Belpietro, direttore della Verità, Alfonso Signorini, direttore del settimanale Chi, e Gad Lerner che dal 26 maggio ha iniziato a scrivere sul Fatto. Salgono così a quattro i giornalisti del quotidiano fondato da Antonio Padellaro presenti questo mese nella top 15.

Per segnalazioni: cazzola@primaonline.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 15 PROGRAMMI TV più attivi sui social e post più popolari. A giugno vince Fazio per inerzia; De Filippi in evidenza con più brand

TOP 15 PROGRAMMI TV più attivi sui social e post più popolari. A giugno vince Fazio per inerzia; De Filippi in evidenza con più brand

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. In giugno vincono ancora SkySport e Netflix. Entra in classifica il magazine Libreriamo

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. In giugno vincono ancora SkySport e Netflix. Entra in classifica il magazine Libreriamo

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A maggio vincono SkySport, primo per interazioni, e Netflix, con nove post più performanti su dieci

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A maggio vincono SkySport, primo per interazioni, e Netflix, con nove post più performanti su dieci