Hacker colpiscono il sito di Enac. A rischio i dati dei passeggeri

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Londra e Huawei alla resa dei conti. Oggi il Consiglio per la sicurezza nazionale britannico si riunirà per esaminare un report dell’agenzia di intelligence. Il ministro Oliver Dowden relazionerà poi in giornata alla Camera dei Comuni e dovrebbe comunicare l’obbligo per gli operatori di rimuovere tutta la tecnologia Huawei dalle reti 5G del Paese. Il tutto, secondo le ricostruzioni dei media britannici, dovrebbe avvenire entro ii 2025.

Hacker colpiscono il sito di Enac. Da più di 24 ore sul sito di Enac compare una sola pagina con la scritta: «In manutenzione». I circa mille dipendenti non riescono più a utilizzare neanche la posta elettronica e hanno perso accesso agli archivi digitali dell’organizzazione, che contengono le informazioni sulla quantità di passeggeri (e i nomi) che hanno volato in Italia o fra l’Italia e il resto del mondo negli ultimi anni. A quanto è stato possibile ricostruire, il sito dell’aviazione civile avrebbe subito un attacco «ransomware» la settimana scorsa.

Apple contro il caro-­casa a San Francisco. L’azienda ha annunciato che stanzierà 400 milioni di dollari per programmi di assistenza abitativa che rendano accessibili i prezzi delle case nella baia di San Francisco. La cifra messa a disposizione è parte di un impegno finanziario di 2 miliardi e mezzo, annunciato lo scorso novembre. I colossi digitali sono “accusati” di aver reso inaccessibili i prezzi delle case per lavoratori della classe media: lo scorso aprile, 300.000 persone hanno abbandonato l’area.

AgCom e Privacy, oggi si prova a votare. Sono previste per oggi le votazioni di Camera e Senato per i rinnovi delle cariche delle Autorità per la Privacy e per le Garanzie nelle comunicazioni. Per il ruolo di Garante Privacy – scrive Milano Finanza – la quadra nella maggioranza sarebbe stata trovata sul nome del professore di Diritto privato Pasquale Stanzione. Per l’AgCom la preferenza del premier Giuseppe Conte sarebbe per Giacomo Lasorella, vice segretario generale della Camera.

Iliad mira a 6 milioni di clienti e una rete di 5 mila siti. Grazie all’accordo con Open Fiber, l’operatore è pronto a sbarcare anche nella telefonia fissa. L’obiettivo, ha spiegato l’ad Benedetto Levi in un’intervista a MF­DowJones, è portare nel settore «la stessa trasparenza e chiarezza» che ha caratterizzato l’approdo nel mobile. Su questo fronte, la società punta a 5 mila siti attivi (ripetitori di segnale) entro fine anno.

Google punta 10 miliardi sull’India. Dopo aver rinunciato al programma cloud in Cina, la società ha annunciato il fondo da 10 miliardi di dollari Google for India Digitization. L’investimento si focalizzerà su quattro aree: accesso a prezzi economici nelle lingue locali, nuovi prodotti e servizi dedicati ai cittadini indiani, aiuto alle aziende nel passaggio alla digitalizzazione e uso della tecnologia per promuovere iniziative sociali.

Dati personali, multa di 17 milioni a Wind Tre. Il Garante per la protezione dei dati personali ha sanzionato Wind Tre Spa per circa 17 milioni di euro per trattamenti illeciti di dati, legati prevalentemente ad attività promozionali. L’Autorità ha poi vietato a Wind il trattamento dei dati acquisiti senza consenso e le ha ordinato di adottare misure tecniche e organizzative per un effettivo controllo della filiera dei partner e procedure per rispettare la volontà degli utenti di non essere disturbati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Massimo Giletti in diretta su Rtl 102.5. Ogni venerdì alle 8 col programma ‘Giletti 102.5’

Massimo Giletti in diretta su Rtl 102.5. Ogni venerdì alle 8 col programma ‘Giletti 102.5’

TikTok, 104 milioni di video bloccati in sei mesi: nudità e sicurezza dei minori le principali ragioni

TikTok, 104 milioni di video bloccati in sei mesi: nudità e sicurezza dei minori le principali ragioni

Premiolino, vincono la 66esima edizione Chiappaventi, Filippi, Condò, Masneri, Ravizza, Scavo, Media e Bottura

Premiolino, vincono la 66esima edizione Chiappaventi, Filippi, Condò, Masneri, Ravizza, Scavo, Media e Bottura