Al via la digital fashion week di Milano. Capasa: trend negativi, ma da evento segnale positivo

“I trend economici non sono positivi, come potete immaginare. L’industria del fashion sta sperimentando una perdita tra il 20 e il 30%”. Sono i numeri con cui il presidente della Camera Nazionale della moda, Carlo Capasa, ha riassunto la situazione del settore, generati dall’emergenza Covid-19. L’occasione, la conferenza stampa di apertura della Milano Digital Fashion Week, l’appuntamento promosso dall’associazione per presentare in streaming le collezioni Uomo e pre-collezioni Uomo e Donna per la primavera – estate 2021 in tempi di emergenza Covid.

Carlo Capasa (Foto ANSA/GIUSEPPE LAMI)

Più di quaranta i marchi presenti in calendario, che da oggi al 17 luglio propongono sfilate, video e performances su una piattaforma ad hoc.
“Sono tempi davvero molto difficili per il nostro settore. Ma la Milano Digital Fashion Week vuole dare un messaggio positivo e di energia. E lo dimostra il fatto che così tanti marchi partecipino alla nostra fashion week e che siamo tutti qui a dare questo messaggio di speranza e fiducia nel settore”, ha aggiunto Capasa. “Quest’anno abbiamo 41 marchi che sfileranno nella nostra piattaforma e 21 nomi italiani nuovi e internazionali”.

“In questi tempi critici dobbiamo tirare fuori il meglio dalle circostanze, per cui andiamo ‘digital’. È qualcosa di diverso ma adesso non è il caso di pensare che dobbiamo tornare al business di prima il più in fretta possibile. Dobbiamo andare a cercare una nuova normalità, una normalità diversa”, è stato il saluto del sindaco di Milano, Giuseppe Sala. “Il mondo della moda, ha aggiunto, è fondamentale per molte ragioni, per esempio per il lavoro”.

L’appuntamento è realizzato con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Ice Agenzia. Tanti i partner internazionali che amplificano il segnale nel mondo: Kommersant Publishing house per la Russia; Tencent Computer Systems Company Limited, per la Cina continentale; The Asahi Shimbun, per il Giappone e The New York Times per gli Stati Uniti. Mentre Urban Vision, li diffonde a Milano, attraverso maxischermi posizionati in punti strategici della città.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi