Gabriella Vacca entra in Sky Italia come chief technology officer e come responsabile del Group Enterprise Technology

Dal 24 agosto Gabriella Vacca entra in Sky Italia come Chief Technology Officer a diretto riporto dell’amministratore delegato, Maximo Ibarra.

Vacca assumerà inoltre la responsabilità della struttura di Group Enterprise Technology, riportando a Mohamed Hammady, Chief Technology Officer di Sky Group.

Gabriella Vacca

Laureata in Ingegneria all’Università di Torino e con un MBA conseguito presso la Golden Gate University di San Francisco, Gabriella Vacca entra in Sky dopo dieci anni in Comcast, dove ricopre il ruolo di Vice President Enterprise Technology Solutions. Prima di entrare in Comcast, Gabriella Vacca ha maturato una lunga esperienza lavorativa in diversi settori e società, tra cui start up internazionali e aziende quali ESPN Mobile, Disney e AT&T.

“La visione globale, l’approccio pragmatico e l’attenzione alle persone sono tra i tratti distintivi di Gabriella Vacca. Sono certo che la sua capacità di ideare soluzioni tecnologiche che creano valore ci aiuteranno a essere ancora più competitivi e innovativi nel nostro business, dove idee nuove e versatilità sono ormai imprescindibili. Non da ultimo, il suo ingresso contribuisce a fare un altro passo avanti in direzione di una migliore rappresentanza del talento femminile ai vertici della nostra azienda” commenta Maximo Ibarra, AD di Sky Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza