Vivendi aumenta la quota in Lagardere e sale al 21,19%

Vivendi ha aumentato la propria partecipazione in Lagardere al 21,19%. Lo ha comunicato l’Amf, la Consob francese, nel quale l’organismo di vigilanza ha precisato che al 10 luglio la media company deteneva il 21,19% del capitale azionario e il 16,01% dei diritti di voto di Lagardere.

L’annuncio arriva a tre mesi di distanza dall’acquisto di Vivendi di una quota del 10,6% nella società, quota poi accresciuta fino ad arrivare al 16,4%. All’epoca il gruppo dei media aveva precisato di non aver alcuna intenzione di proporre dei candidati per la nomina nel consiglio di sorveglianza di Lagardere.
Adesso, secondo quanto riferito nel comunicato dell’Amf, sembra invece che Vivendi voglia avanzare la candidatura di uno o più membri del CdS.

Arnaud de Puyfontaine, CEO di Vivendi (Foto Ansa/Riccardo Antimiani)

Lo scorso maggio Groupe Arnault ha acquistato una quota del 25% nella holding familiare di Lagardere.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez