Cinema, Rutelli: per settore momento difficile. Iniziata cautamente la ripresa, ma senza prodotto emergenza si protrarrà

La situazione per il cinema “è terribilmente difficile, abbiamo in corso una paziente e faticosa ripartenza delle produzioni, che è il problema numero uno, perché se non c’è prodotto nei prossimi mesi la situazione d’emergenza è destinata a protrarsi”. Lo ha detto Francesco Rutelli, presidente dell’Anica in occasione del lancio, in collaborazione con la Farnesina, della prima iniziativa di promozione del Paese nel cinema e nell’audiovisivo post-covid, con il bando per la realizzazione di cinque corti d’autore che raccontino capacità, bellezza e competitivita’ dell’italia nel mondo.

Francesco Rutelli, presidente dell’Anica

“Questa fase di ripartenza è iniziata molto cautamente e con tutte le tutele di salute”, ha sottolineato Rutelli nella conferenza stampa online.

“Per quanto riguarda le sale il momento è complesso in tutto il mondo, e lo è a maggior ragione in Italia per la stagionalità. Noi speriamo che con alcuni film che sono in arrivo, ci sia una graduale ripresa. Sappiamo che sarà un cammino molto lungo e difficile. Bisognerà guardare contemporaneamente alle misure di tutela del lavoro, e alle imprese”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim:  Sky è soggetto dominante

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim: Sky è soggetto dominante

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno