Si dimette Troy Young, presidente di Hearst Magazines. Accusato di molestie sul lavoro

Dimissioni per Troy Young presidente di Hearst Magazines. Ad aver causato il passo indietro, una serie di accuse di atteggiamento inappropiato sul posto di lavoro. “Troy Young e io Abbiamo concordato che rassegni le dimissioni con effetto immediato nel miglior interesse di tutti noi”, ha comunicato con una nota stringata sul sito dell’editrice il presidente e ceo Steve Swartz. 

Promosso alla presidenza nel 2018, Young era entrato in Hearst nel 2013 alla guida della divisione digitale. Le sue dimissioni arrivano dopo un’inchiesta del Nyt che ha parlato di una cultura del lavoro tossica a Hearst Magazines, con specifiche accuse di molestie sessuali e commenti inappropriati mosse a Young, come delle mail pornografiche inviate all’editor Jay Fielden.

Troy Young

Inizialmente Young ha cercato di difendersi, definendo le accuse “mosse da detrattori, false, esagerate o poste fuori contesto”, ma giovedì il manager ha inviato una lunga nota al suo staff, scusandosi con le colleghe.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La cura dimagrante di Hearst. Negli Usa taglio di dipendenti nel marketing e cessione di Marie Claire. In Uk chiuso Town and Country

La cura dimagrante di Hearst. Negli Usa taglio di dipendenti nel marketing e cessione di Marie Claire. In Uk chiuso Town and Country

Diritti tv Serie A.  Sky rinuncia al ricorso al Tribunale e ottiene il pacchetto 2

Diritti tv Serie A. Sky rinuncia al ricorso al Tribunale e ottiene il pacchetto 2

Rcs-Blackstone. Chiuso il lodo su via Solferino: il palazzo valeva 33 milioni in più

Rcs-Blackstone. Chiuso il lodo su via Solferino: il palazzo valeva 33 milioni in più