Corriere Fiorentino, Roberto De Ponti alla direzione. Ermini lascia la testata Rcs

E’ Roberto De Ponti il nuovo direttore del Corriere Fiorentino, la testata di cronaca locale allegata al Corriere della Sera. Dal 3 agosto sostituirà Paolo Ermini che ha diretto il Corriere Fiorentino fin dalla sua nascita, il 26 febbraio 2008, conquistando quote di lettorato e autorevolezza informativa.

Roberto De Ponti

De Ponti, milanese, 58 anni, ha lavorato alCittadino di Monza, al Giornale, all’Indipendente e a Cose di Casa, prima di entrare nel 1999 nella redazione sportiva del Corriere della Sera, dove da 15 anni è vice caporedattore.

Paolo Ermini, 66 anni, lascia dopo una prestigiosa carriera iniziata alla Nazione dove e diventato vice caporedattore centrale, prima di passare come caporedattore centrale al Resto del Carlino. Arriva al Corriere della Sera nel 1992 da vice capo dell’ufficio centrale, ne diventa caporedattore prima di essere nominato nel 2000 vice direttore curando l’operazione full color e il lancio delle edizioni locali. Diventato condirettore nell’estate 2003 , tre anni dopo lascia l’incarico per occuparsi del coordinamento dei dorsi locali e nel 2007 torna nella natia Firenze per curare il progetto del Corriere Fiorentino.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il premier Conte fa bene alla tv. Due terzi della platea per il Dpcm Natale: 18,641 milioni alle 21.29; 8,7 milioni sul Tg1. Tg2 assente

Il premier Conte fa bene alla tv. Due terzi della platea per il Dpcm Natale: 18,641 milioni alle 21.29; 8,7 milioni sul Tg1. Tg2 assente

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole