TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A luglio SkySport sempre primo, con tre canali (F1, Moto GP e NBA). Sport Mediaset new entry

Da quando Sensemakers monitora per Primaonline le performance sui social dei media italiani, sulla base delle rilevazioni di Shareablee, in testa alla classifica c’è sempre stato SkySport, e anche i dati di luglio non fanno eccezione: il canale sportivo di SkyItalia è primo con 32,6 milioni di interazioni (like, commenti e condivisioni su Facebook, Instagram, YouTube e Twitter), quasi 6 milioni in più di giugno, grazie alla ripresa delle competizioni sportive. In calo però le video view: 22,3 milioni contro 26,5 milioni del mese precedente. Nella top 15 ci sono anche tre canali di Sky: quelli sulla Formula 1 in ottava posizione, sul Moto GP, undicesimo, e sull’NBA, il campionato di basket americano, 13esimo.

 

 

IN CASO DI RIPRESA DELLE CLASSIFICHE SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT

 

Al secondo posto si conferma Fanpage, il giornale online diretto da Francesco Piccinini, con 12,8 milioni di interazioni e ben 86,7 milioni di video view, 9 milioni in più di giugno.

Terzo è Netflix, che conquista tre posizioni, passando da 4,6 milioni a 10,8 milioni di interazioni e da 9,3 a 19,3 video view. Come sempre la piattaforma di video streaming fondata da Reed Hastings domina la top ten dei post più performanti, quelli cioè che hanno raccolto il maggior numero di interazioni sui social; anzi, questa volta fa l’en plein: sono suoi infatti dieci post su dieci (vedi la seconda tabella). Il più popolare (450mila interazioni) è l’annuncio della quinta stagione della ‘Casa di carta’, la serie tv poliziesca spagnola ideata da Alex Pina (titolo originale ‘La Casa de Papel’) che ha riscosso un successo straordinario negli ultimi tre anni. A luglio sono ripartite le riprese per la realizzazione delle nuove puntate, sospese per l’emergenza coronavirus, e i fan si sono scatenati sui social. Seconda per popolarità (353mila interazioni) è una foto delle new entry del cast di ‘Élite’, altra serie tv spagnola di grande successo, che narra le vicende di tre adolescenti di famiglia operaia ammessi in una esclusiva scuola privata. Terza (319mila interazioni) un’infografica con il calendario dei film e delle serie in uscita a luglio.

Al quarto posto della top 15 c’è Freeda, il social magazine femminile diretto da Daria Bernardoni, che totalizza 8 milioni di interazioni e più di 23 milioni di video view. Al quinto e sesto ci sono i due maggiori quotidiani italiani, Repubblica (7,6 milioni di interazioni) e il Corriere della Sera (7,3 milioni), seguiti dal giornale satirico Lercio (4,8 milioni). Nono è il sito studentesco ScuolaZoo che totalizza 4,5 milioni di interazioni malgrado la chiusura anticipata delle lezioni.

IN CASO DI RIPRESA DELLE CLASSIFICHE SI PREGA DI CITARE E LINKARE LA FONTE PRIMAONLINE.IT

 

 

Al decimo posto Cookist, il sito di cucina di Ciaopeople, l’editore di Fanpage, che ha il record delle video view: 121 milioni. Il diretto concorrente, Giallo Zafferano di Mondadori, è dodicesimo.

Entra in classifica per la prima volta, al 14esimo posto, Sport Mediaset, marchio che raccoglie tutti i programmi sportivi del gruppo di Cologno Monzese. Chiude la top 15 greenMe, il magazine sul benessere, l’alimentazione e la salute naturale diretto da Simona Falasca.

cazzola@primaonline.it

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast