Bonus edicole e credito di imposta spese digitali, firmati decreti attuativi. Martella: sostenere filiera partendo da edicole presidio di libertà

Al via il bonus edicole e il credito di imposta per le spese digitali. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Andrea Martella, nei giorni scorsi ha firmato i decreti attuativi relativi ad entrambe le misure contenute nel decreto rilancio.

Con il bonus edicole – ricorda Studio Castaldi –  viene riconosciuto, in considerazione dell’emergenza sanitaria, un contributo una tantum di 500 euro nei confronti dei titolari di edicole.

Le domande potranno essere presentate per via telematica nel periodo compreso tra il 1° ed il 30 ottobre 2020.

Il sottosegretario con delega all’Editoria Andrea Martella (Foto ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

“Si tratta di due misure attese – spiega Martella – che hanno come obiettivo quello di sostenere la filiera editoriale in questo momento particolarmente difficile, partendo dalle edicole che sono state un vero presidio di libertà nel periodo del lockdown e svolgono una funzione anche sociale, nonché prestando la dovuta attenzione al profilo della digitalizzazione e della innovazione del settore”. Misure che “intendiamo consolidare – conclude Martella – per il futuro puntando a rafforzare il settore in questa delicata fase di transizione”.

Con il secondo provvedimento, invece, sono state stabilite le modalità di erogazione del credito di imposta, pari al 30% della spesa effettiva sostenuta, nell’anno 2019, per le spese digitali e di connessione sostenute dalle testate.

In tal caso le domande potranno essere presentate telematicamente tra il 20 ottobre ed il 20 novembre 2020.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez