Il Cirque du Soleil finisce in mano ai creditori. I nuovi proprietari pronti a puntare sul digitale

Sarà un gruppo di creditori a prendere il controllo del Cirque du Soleil, il famoso circo canadese che ha visto i conti finire fuori controllo anche per colpa del coronavirus. La compagnia, fondata in Quebec nel 1984, ha dovuto cancellare 44 produzioni in tutto il mondo a marzo, a causa della pandemia.

La proposta dei creditori, guidati dal fondo Catalyst Capital Group, vale circa 1,2 miliardi di dollari, ma la loro offerta dovrà ancora essere convalidata dai tribunali del Quebec nelle prossime settimane.
Secondo i media locali, i creditori inietteranno fra i 300 milioni e i 375 milioni di dollari nel circo e taglieranno i debiti e cercheranno di fare leva sulle offerte digitali, sulla governance e sulla responsabilità sociale per gli investitori.

Gli acrobati del Cirque du Soleil (Foto Ansa – EPA/SALVATORE DI NOLFI)

Il risultato strappa la società dalle mani di TPG, Fosun International e Caisse de Depot et Placement du Quebec, che l’avevano acquistata nel 2015 per 1,5 miliardi di dollari.

L’ad di Catalyst, Gabriel de Alba, è un “grande risultato per Cirque”. “Ora, con i recenti passi falsi dell’azienda, siamo ansiosi di chiudere rapidamente la transazione e supportare l’azienda mentre riaccende la magia e l’arte che hanno reso il Cirque du Soleil un marchio globale iconico e una forza creativa”, ha detto in una mail ad Afp.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi