Minacce via social al presidente Fnsi Giulietti. Il segretario Lorusso: mandato a legali per azioni difesa

“Da alcuni giorni il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, è oggetto di attacchi e minacce sui social riconducibili ad ambienti ed esponenti dell’estrema destra. La sua ‘colpa’ è quella di essersi schierato al fianco di colleghe e colleghi che, con le loro inchieste, raccontano il dramma dei migranti, smontando luoghi comuni e scoprendo notizie palesemente false”. Lo afferma, in una nota, Raffaele Lorusso, segretario generale della federazione nazionale della stampa.

Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso (Foto ANSA/GIUSEPPE LAMI)

“Considerata la gravità delle minacce, la Fnsi ha dato mandato ai propri legali di intraprendere ogni azione a difesa e tutela del presidente Giuseppe Giulietti e degli altri colleghi vittime per lo stesso motivo di pesanti intimidazioni”.

“È necessario che le autorità competenti si attivino per risalire ai responsabili degli attacchi. Il web e i social network non possono essere considerati terra di nessuno e neanche una zona franca: i principi costituzionali e le regole dello stato di diritto vanno rispettati anche in rete. Odiatori seriali e squadristi da tastiera si mettano l’anima in pace: le loro minacce non faranno arretrare di un millimetro la Fnsi dalla difesa dei colleghi che si sforzano di informare i cittadini con correttezza e serietà. Purtroppo per loro, quelle minacce produrranno l’effetto opposto”.

Sostegno alle iniziative Fnsi anche da parte dell’UsigRai. “In questi giorni si sono moltiplicati insulti nei confronti del Presidente della Fnsi, Beppe Giulietti, e di diversi cronisti che, esercitando il loro lavoro, hanno direttamente e indirettamente difeso i valori antirazzisti e antifascisti della nostra Costituzione attraverso la verità dei fatti”, scrive il sindacato dei giornalisti Rai. “La matrice di questi attacchi è sempre la stessa: odiatori da tastiera, e nemici della Costituzione antifascista e antirazzista”.

“Ci uniremo alla Fnsi per tutti gli esposti necessari ad individuare i responsabili e come sempre siamo e saremo al fianco di tutti i giornalisti minacciati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino