La pubblicità in mascherina, una campagna per chiedere a tutti “Respect!”

La pubblicità “smascherina” i comportamenti scorretti. Marco Piaggio, con il gruppo di comunicazione Purple & Noise PR, promuove così l’uso corretto del dispositivo di sicurezza.Se è vero, come rilevato da una recente indagine di Coldiretti/Ixè, che oltre un quarto degli italiani (il 27%) rifiuta di indossare la mascherina, preferisce inforcarla sul braccio o tenerla abbassata sotto naso e bocca, alloraera proprio il momento anche per i creativi di studiare una strategia che incentivi all’uso.

La mascherina diventa così un nuovo mezzo, una affissione mobile sul viso che esibisce la scritta a pennarello “Respect!”, per chiedere il reciproco rispetto, oppure – in tono più pragmatico – “Indossala bene” o “Copri il naso”.

“La pubblicità può concretamente modificare i comportamenti della gente. E ovviamente più  è ‘martellante’ più è efficace –  spiega Piaggio –  Immaginate di essere in una strada o in un luogo affollato e di non indossare propriamente o non portare proprio la mascherina e di incrociare una, due, tre, decine o centinaia di persone che, invece, la indossano con lo slogan RESPECT. Non vi sentireste a disagio al punto da correggere il comportamento in maniera più diligente?.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nuova grafica e più contenuti. Tustyle si rinnova

Nuova grafica e più contenuti. Tustyle si rinnova

Rosberg, Chiellini e Exor. Nuovi investimenti da 10 milioni per Treedom, piattaforma per progetti di sostenibilità a distanza

Rosberg, Chiellini e Exor. Nuovi investimenti da 10 milioni per Treedom, piattaforma per progetti di sostenibilità a distanza

Class Editori celebra a Milano i 35 anni di vita con l’installazione multimediale Options of Next 35

Class Editori celebra a Milano i 35 anni di vita con l’installazione multimediale Options of Next 35