La pubblicità in mascherina, una campagna per chiedere a tutti “Respect!”

La pubblicità “smascherina” i comportamenti scorretti. Marco Piaggio, con il gruppo di comunicazione Purple & Noise PR, promuove così l’uso corretto del dispositivo di sicurezza.Se è vero, come rilevato da una recente indagine di Coldiretti/Ixè, che oltre un quarto degli italiani (il 27%) rifiuta di indossare la mascherina, preferisce inforcarla sul braccio o tenerla abbassata sotto naso e bocca, alloraera proprio il momento anche per i creativi di studiare una strategia che incentivi all’uso.

La mascherina diventa così un nuovo mezzo, una affissione mobile sul viso che esibisce la scritta a pennarello “Respect!”, per chiedere il reciproco rispetto, oppure – in tono più pragmatico – “Indossala bene” o “Copri il naso”.

“La pubblicità può concretamente modificare i comportamenti della gente. E ovviamente più  è ‘martellante’ più è efficace –  spiega Piaggio –  Immaginate di essere in una strada o in un luogo affollato e di non indossare propriamente o non portare proprio la mascherina e di incrociare una, due, tre, decine o centinaia di persone che, invece, la indossano con lo slogan RESPECT. Non vi sentireste a disagio al punto da correggere il comportamento in maniera più diligente?.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pochi giorni alla scadenza del bando per corti ‘Amarcorti’ di Umbria Film Festival

Pochi giorni alla scadenza del bando per corti ‘Amarcorti’ di Umbria Film Festival

Milano riparte con Neighborhood by Neighborhood, campagna di promozione di quartieri e periferie

Milano riparte con Neighborhood by Neighborhood, campagna di promozione di quartieri e periferie

‘Donne chiesa mondo’ festeggia le 100 uscite con un numero dedicato all’economia al femminile

‘Donne chiesa mondo’ festeggia le 100 uscite con un numero dedicato all’economia al femminile