Usa: continua il braccio di ferro con Pechino. Dopo TikTok, provvedimenti contro altre app cinesi

Condividi

Non solo TikTok e WeChat. L’amministrazione Trump si prepara a prendere provvedimenti anche contro altre app cinesi. E’ quanto ha lasciato intendere Peter Navarro, consigliere della Casa Bianca su temi commerciali. “E’ fondamentale che questo paese non usi app cinesi o che prendono i dati e li trasferiscono su server in Cina”, ha detto durante un’intervista con Fox Business. “Questi dati saranno usati per sorvegliare, monitorare e tracciarti”. “Questa è la linea politica alla base delle azioni su TikTok e WeChat, ma ce ne saranno altre perché la Cina fondamentalmente sta andando in giro per il mondo cercando di acquisire tecnologia e influenza”, ha chiosato, ribadendo quanto detto nelle scorse settimane anche dal segretario di Stato, Mike Pompeo.

Peter Navarro (Foto Ansa – EPA/STEFANI REYNOLDS / SIPA / POOL)

Dunque, i rapporti già testi tra i due paesi potrebbero ulteriormente complicarsi a causa di altri provvedimenti di natura commerciale. La Cina comunque non sembra intenzionata a restare a guardare. Nei giorni scorsi Pechino ha infatti introdotto nuove regole sull’export di alcune tecnologie sensibili – come l’intelligienza artificiale – con una stretta che di fatto potrebbe complicare le trattative per la vendiata degli assett americani di TikTok.