Rai1: Coletta scommette sul daytime all’insegna della narrazione e del rigore informativo

La prima conferenza stampa della stagione, la prima ‘in presenza’ come si dice in gergo Covid 19, si è svolta questa mattina a Viale Mazzini nella sala degli Arazzi della Rai. Location istituzionale per la presentazione del nuovo daytime di Raiuno, la grande scommessa del direttore Stefano Coletta.Al via da lunedì 7 settembre, la nuova programmazione si aprirà con ‘UnoMattina’, in onda dalle 6.45, con la conduzione di Monica Giandotti del Tg3 e di Marco Frittella del Tg1; confermate ‘Storie Italiane’ in onda dalle 9.55, con Eleonora Daniele al timone; poi Antonella Clerici che alleggerirà la mattinata col nuovo show culinario ‘E’ sempre mezzogiorno’, e dopo pranzo alle 14 ‘Oggi è un altro giorno’, un’altra novità, programma affidato a Serena Bortone, ex conduttrice di ‘Agorà’ e di Raitre; e poi ‘La vita in diretta’, alle 17.05, con la conferma di Alberto Matano, bravo giornalista del Tg1, quest’anno solo alla conduzione.

Il direttore di Rai1 – al suo primo palinsesto dell’ammiraglia – ha deciso di puntare sul daytime di cui non ha stravolto l’ossatura, ma che ha completamente rimodulato nella chiave dell’informazione e dell’approfondimento sobrio e rigoroso. Scegliendo registri e codici molto diversi da quelli dei classici contenitori di Rai1, tutti intrattenimento, infotainment e rotocalco gossip, che hanno accompagnato e scandito le giornate delle casalinghe della rete.
“Penso che la rete ammiraglia debba essere sempre più espressione del servizio pubblico sul codice informativo”, ha premesso Coletta presentando i nuovi programmi, convinto della loro linea rigorosamente informativa che si vedrà fin da ‘Uno mattima’ – che Giandotti e Frittella dovranno rilanciare come le morning news della rete -, fino al nuovo approfondimento pomeridiano della Bortone che tratterà anche la politica e darà spazio ai politici.

Nella foto, da sinistra Marco Frittella, Monica Giandotti, Serena Bortone, Stefano Coletta, direttore di Rai1, Eleonora Daniele, e Alberto Matano (Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

“Questo nuovo day time – ha spiegato Coletta – volgio che sia lo specchio del Paese al tempo della pandemia che ci pone tutti in una condizione di fragilità, di revisione delle priorità e di forte incertezza. In autunno abbiamo appuntamenti importanti: prima di tutto la scuola, poi il referendum e le elezioni regionali, il tema economico e i temi della vita reale. Tematiche che vanno veicolate con sobrietà, con onestà, con grande attenzione alle fonti e grande capacità psicologica”.

Coletta è anche molto soddisfatto delle cinque conduzioni giornalistiche scelte: Monica Giandotti e Marco Frittella, Eleonora Daniele, Serena Bortone e Alberto Matano. “Cinque volti rappresentazione contemporanea del servizio pubblico. Persone che conosco molto bene, anche per la storia che si annida dietro la loro identità televisiva, persone che hanno fatto una lunga gavetta e che sono tutte professionalità giornalistiche”. “Sono professionisti, ha aggiunto Coletta, che possono fornire risposte eleganti, sobrie, senza protagonismi, possono mettersi al servizio della platea, sono giornalisti preparati. A loro ho chiesto di informare, di essere precisi, ma non dobbiamo non essere televisivi. Ho chiesto loro delle quote di infotainment. Tutti hanno una tecnica di improvvisazione, perché dietro c’è una scuola”.

Informazione e rigore informativo rappresentano uno scarto nella offerta quotidiana dell’ammiraglia e la grande scommessa è se questi nuovi valori riusciranno a penetrate la platea della rete. La scommessa più difficile è senz’altro quella del pomeriggio che si apre alle 14 con ‘Oggi è un altro giorno’ di Bortone conduttrice e giornalista tosta, con la passione della musica classica e grande lettrice, amica storica del direttore da quando, trenta anni fa, facevano tutti e due gli inviati per ‘Mi manda Lubrano’. Il nuovo programma di aprofondimento rimpiazza ‘Vieni da me’, contenitore di interviste gossip, oroscopi, chiacchiere varie di Caterina Balivo, beniamina delle donne della rete. A seguire si prosegue con la soap ‘Il paradiso delle signore’, per cedere la linea a Matano e a ‘La Vita in diretta’.

Serena Bortone con Stefano Coletta (Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

“Abbiamo operato una diversificazione dell’offerta. Forse è la prima volta nella storia di Rai1 degli ultimi tempi che sei giornalisti coprono il daytime, con una capacità di infotainment che ci sorprenderà”. E cita Serena Bortone “che conosciamo tutti per essere giornalista di carattere che non fa sconti a nessuno, ma vi sorprenderete a scoprire un suo lato molto ironico e anche romantico. La cosa che voglio dire è che la scelta di questi volti è una scelta che non solo va nella direzione informativa, ma anche anche nella chiave emotiva: creeranno tutti empatia con il pubblico”.

L’ideale sarebbe stato partire con tutta la programmazione di daytime al completo, per cui anche con Antonella Clerici che alleggerirà la mattinata col nuovo show culinario, che però andrà in onda il 28 settembre. La nuova trasmissione sostituisce dopo vent’anni la ‘Prova del cuoco’ condotto nelle ultime edizioni da Elisa Isoardi. La partenza in ritardo, con il prolungamento di ‘C’è tempo per…’ con Anna Falchi e Beppe Convertini, può indebolire Rai1 che deve vedersela con la corazzata di ‘Forum’ su Canale 5. In compenso avrà il vantaggio che il nuovo programma informativo di Milo infante, previsto su Rai2, in sovrapposizione al programma della Bortone, partira solo a metà ottobre perché fino ad allora il day time della seconda rete sarà occupato dal ciclismo, con il Tour de France e il Giro d’italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio, adv in ripresa ad agosto: -1%. Fcp: miglioramento sui mesi precedenti, con investimenti quasi allineati al 2019

Radio, adv in ripresa ad agosto: -1%. Fcp: miglioramento sui mesi precedenti, con investimenti quasi allineati al 2019

Turchia, entra in vigore la ‘legge bavaglio’ sui social. Le Ong: vogliono bloccare il dissenso

Turchia, entra in vigore la ‘legge bavaglio’ sui social. Le Ong: vogliono bloccare il dissenso

Facebook: Alex Schultz nominato chief marketing officer

Facebook: Alex Schultz nominato chief marketing officer