Il Covid spinge il mercato mondiale di pc e tablet: +3,3% nel 2020. Dati Idc: incertezza economica porterà cali dal 2021

La pandemia di coronavirus mette l’acceleratore al mercato mondiale di tablet e personal computer, che chiuderà il 2020 con un crescita del 3,3% a quota 425,7 milioni di unità. Lo prevedono gli analisti di Idc, secondo cui dal 2021 il settore tornerà a perdere terreno per l’incertezza economicalegata alla crisi sanitaria.

Lo smart working e la didattica a distanza, ma anche la domanda di dispositivi per l’intrattenimento innescata dai lockdown, hanno fatto crescere la richiesta di pc e tablet nel primo semestre dell’anno e continueranno a stimolarla anche nel secondo, spiegano i ricercatori.

A fare la parte del leone sono i computer portatili, che nel 2020 registreranno consegne pari a 198,3 milioni di dispositivi. I tablet tradizionali raggiungeranno gli 87,2 milioni di unità, cui si aggiungono 62,1 milioni di tablet con tastiera staccabile. I pc desktop totalizzeranno 72,8 milioni di consegne; le workstation 5 milioni.

Per i prossimi anni gli analisti prevedono un tasso di crescita annuale composto negativo, al -2,2%, fino al 2024, quando le consegne di pc e tablet scenderanno a 389,6 milioni di unità.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch