6 settembre Hotel Gagarin batte L’Ora della Verità. Monza al 14,1% su Tv8

Niente calcio di massimo appeal – domenica 6 agosto – ma il Gran Premio di Monza di Formula 1 e il Tour de France nel corso del pomeriggio, e poi la finale di Supercoppa di volley femminile programmata con coraggio in prima serata su Rai2 a conquistare spazio sulla tv.

Sulle generaliste la sfida tra Rai1 e Canale 5 appariva in teoria abbastanza equilibrata: un film in prima tv sull’ammiraglia pubblica, si confrontava con il finale di una miniserie francese in continuo progresso su quella rivale.

La classifica delle varie trasmissioni generaliste in prima serata in ordine di ascolti è stata la seguente.

Su Rai1 la pellicola in prima tv ‘Hotel Gagarin’, con Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova nel cast, ha conseguito 2,282 milioni di spettatori ed il 12%.

Su Canale 5 l’appuntamento finale con la fiction francese ‘L’ora della verità’, con Caterina Murino, Mathilde Seigner, Jenifer Bartoli, ha conquistato 1,823 milioni e 10,1% di share.

Su Italia 1 il film ‘Baywatch con Dwayne Johnson, Zac Efron, Alexandra Daddario ha raccolto 1,241 milioni di spettatori e 7,1% di share.

Su Rai Tre la pellicola in prima tv ‘Nella tana dei lupi’, con Gerard Butler, Jordan Bridges, Pablo Schreiber, Evan Jones ha ottenuto 1,151 milioni di spettatori e il 6,6%.

Su Rete 4 il film ‘Faccio un salto all’Avana, con Enrico Brignano, Francesco Pannofino, Aurora Cossio, Grazia Schiavo, ha ottenuto 897mila e il 4,8%.

Su Rai2 la finale della Supercoppa Italiana – Conegliano-Busto Arsizio – che apriva ufficialmente la stagione del volley femminile è arrivata a 823mila spettatori e il 4,1%.

Su La7 la replica della serie pluripremiata ‘Chernobyl’, ha avuto 312mila spettatori e il 2,3%.

Nel pomeriggio il Gran Premio di Monza di Formula 1, vinto a sorpresa da Pierre Gasly sulla faentina Alpha Tauri, ha riscosso su Tv8 1,789 milioni e 14,1% di share; su Sky 1,130 milioni e 8,9% di share.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto