Stop dell’Irlanda a Facebook: i dati degli utenti non devono essere trasferiti negli Usa

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Al vaglio Ue lo standard cinese sui dati. Il nuovo fronte della guerra tecnologica Usa-­Cina si sposta in Europa, dove Pechino si prepara a sottoporre all’Ue “Initiative on Global Data Security”, il progetto di un unico standard globale per il trattamento dei dati annunciato martedì dal ministro degli Esteri Wang Yi per rivaleggiare con l’analogo programma americano “Clean Network”.

Apple porta in tribunale Fortnite. La società del Nord Carolina è accusata di aver utilizzato un escamotage negli acquisti in-­app del noto videogioco per non pagare le commissioni pattuite sulle transazioni.

EBay gestirà direttamente i pagamenti. Nell’ambito di un processo di continua evoluzione del proprio marketplace e per creare un’esperienza più efficace per i clienti, eBay sta estendendo la propria gestione diretta dei pagamenti anche al mercato italiano. A partire dal primo trimestre 2021 – scrive Milano Finanza – l’azienda offrirà agli acquirenti flessibilità e maggiore scelta nei metodi di pagamento, garantendo ai venditori un sistema più facile per gestire le loro attività.

I Kardashian spengono la tv. Da un video erotico trapelato nel 2007 a un impero multimilionario a conduzione matriarcale, nell’arco di 20 stagioni e centinaia di episodi. L’epopea americana dei Kardashian, clan dalla celebrità misteriosa, raccontata minuto per minuto dal reality show Keeping up with the Kardashian, chiude: la ventunesima e ultima stagione partirà nel 2021. Lo ha annunciato ieri sui social Kim Kardashian, senza specificare perché.

Ferragni vittima della marea nera degli hater social. Chiara Ferragni si è esposta su Instagram parlando di “cultura fascista” a proposito dell’humus in cui si è prodotto l’omicidio di Willy Monteiro e, per questo, è stata travolta da una grande onda di insulti.

L’Irlanda vieta a Facebook di inviare i dati dei suoi utenti irlandesi negli Stati Uniti. È una decisione destinata a destare scalpore quella della Commissione irlandese per la protezione dei dati che, prima tra i regolatore della privacy dell’Unione Europea, ha inviato a Facebook un ordine preliminare per sospendere i trasferimenti di dati negli Stati Uniti sui suoi utenti dell’UE.  Si tratta del primo passo significativo che le autorità di regolamentazione dell’UE hanno compiuto per applicare una sentenza di luglio sui trasferimenti di dati della Corte d Giustizia Europea che limita il modo in cui aziende come Facebook possono inviare informazioni personali sugli europei al suolo statunitense.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza