Huawei sfida Android e iOS: in arrivo nel 2021 il sistema operativo per smartphone fatto in casa

Dopo i rumors dei mesi scorsi, Huawei ha annunciato l’arrivo del suo sistema operativo, destinato a rimpiazzare Android di Google. La novità, ha spiegato Yu Chengdong, ceo della divisione prodotti di consumo del colosso cinese durante la conferenza degli sviluppatori, si chiama HarmonyOS e potrebbe essere disponibile sugli smartphone all’inizio del prossimo anno, mentre il codice sorgente sarà reso disponibile a partire da dicembre agli sviluppatori.

Il logo di Huawei (Foto Ansa – EPA/JENS SCHLUETER)

La decisione è effetto del bando con cui Trump ha messo all’angolo il gigante delle tlc cinesi, rendendo difficili le sue attività non solo in America, ma a cascata anche in altri Paesi.
E la mossa di portare sugli smartphone il sistema operativo fatto in casa, finora utilizzato solo con alcuni prodotti, tra cui smart Tv e dispositivi indossabili, può essere letta come un ulteriore passo per intensificare i piani di creazione di un proprio ecosistema, sganciandosi dagli Stati Uniti che al momento detengono il dominio con Android di Google e iOS di Apple.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch