Usa 2020, Facebook vuole capire il suo peso in politica: pagherà gli utenti per disattivare gli account prima del voto

Esperimento di Facebook in vista delle elezioni americane di novembre: pagherà fino a 120 dollari gli utenti, un gruppo a campione, per disattivare il proprio profilo sul social e anche su Instagram qualche settimana prima del voto. Obiettivo: “comprendere meglio l’impatto di Facebook e Instagram sugli atteggiamenti e comportamenti politici chiave durante le elezioni negli Stati Uniti del 2020″, come ha spiegato il vicepresidente Nick Clegg.

Nick Clegg (Foto Ansa- EPA/ANDY RAIN)

L’iniziativa si colega alla ricerca annunciata nei giorni scorsi dal social in partnership con alcuni ricercatori per capire il suo reale peso in fatto di opinioni politiche e fa parte delle strategie messe in campo dopo le polemiche sul voto del 2016, strategie che comprendono tra l’altro anche la limitazione degli spot politici nella settimana che precede le elezioni Usa.

Alcuni potenziali partecipanti vedranno un avviso su Facebook o Instagram che li invita a prendere parte allo studio. La disattivazione dell’account sarà temporanea e partirà dalla fine di settembre. Si potrà ricevere un massimo di 20 dollari a settimana, per un totale complessivo di 120 dollari per l’intero periodo dello studio.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto