Calcio, l’allarme Fifa: dal Covid danni per 14 miliardi di dollari. Aiuti a oltre 150 federazioni con il piano di assistenza

La pandemia di Covid-19 ha scavato nelle casse del calcio mondiale una voragine che a fine anno potrebbe toccare i 14 miliardi di dollari. Tra interruzioni del calendario, stadi vuoti e perdita dei diritti televisivi, i conti del pallone non tornano, tanto che oltre 150 federazioni hanno già chiesto l’aiuto della Fifa.

E’ l’allarme lanciato da Olli Rehn, che presiede la gestione del dossier sulla crisi per conto della Federazione internazionale. La stima “copre l’intera economia calcistica” per le 211 federazioni affiliate, comprese le squadre di formazione e giovanili, ha spiegato il politico finlandese, parlando in conferenza stampa. Il tema sarà al centro del congresso della Fifa che inizia venerdì, il primo svolto a distanza, al posto di quello previsto ad Addis-Abeba.

Olli Rehn (Foto Ansa- EPA/OLIVIER HOSLET)

“In termini assoluti” l’Europa ha subito le perdite maggiori, ha spiegato Rehn. “Più di 150 associazioni aderenti” hanno già richiesto il piano di assistenza della Fifa, dotato di 1,5 miliardi di dollari che unisce sovvenzioni e prestiti, ha proseguito il governatore della Banca centrale di Finlandia, ex vicepresidente della Commissione Unione Europea e vicepresidente della commissione per la governance della Fifa dal 2017.

Questo aiuto “non è limitato nel tempo” e mira a consentire alle federazioni di “superare questa crisi” a lungo termine, ha aggiunto Rehn, per il quale altri paesi membri “possono richiedere fondi in un secondo momento”. “La domanda di sussidi è molto forte”, superando quella di prestiti, mentre la Fifa prevede di concedere fino a 1,5 milioni di dollari per associazione membro e fino a 2 milioni di dollari per confederazione.

In uno studio pubblicato all’inizio di luglio, l’Unione Europea dei Club (ECA) ha stimato l’impatto finanziario del Covid sui ricavi dei soli club europei in 4 miliardi di euro, calcolati sulle due stagioni 2019-’20 e 2020-’21. “Diversi club rischiano la propria esistenza”, aveva tra l’altro sottolineato la scorsa settimana Andrea Agnelli, presidente dell’associazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 15 VIDEO CREATOR di dicembre. Dopo Benedetta Rossi, sempre prima, in classifica un altro ‘video cuoco’: Luca Pappagallo

TOP 15 VIDEO CREATOR di dicembre. Dopo Benedetta Rossi, sempre prima, in classifica un altro ‘video cuoco’: Luca Pappagallo

Pigi Battista prende al volo il prepensionamento, lascia il Corriere della Sera e la politica

Pigi Battista prende al volo il prepensionamento, lascia il Corriere della Sera e la politica

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A dicembre Sky Sport primo per numero di interazioni, Cookist per video view. Ma i post più popolari sono di Netflix

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A dicembre Sky Sport primo per numero di interazioni, Cookist per video view. Ma i post più popolari sono di Netflix