Missione digitalizzazione nel Recovery Plan. Dalla rete unica al 5G, al cablaggio delle scuole, le linee guida del governo

Il “completamento della rete nazionale di telecomunicazioni in fibra ottica” e interventi “per lo sviluppo del 5G”. Sono questi alcuni dei capitoli previsti da una delle sei ‘missioni’ – quella relativa a ‘digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo’ –indicate nelle linee guida per il Recovery Plan, la proposta – inviata dal premier Conte al Parlamento – che verrà avanzata per accedere ai fondi previsti dal fondo europeo.

Giuseppe Conte Foto ANSA/FILIPPO ATTILI/UFFICIO STAMPA CHIGI )

Il documento di 38 pagine è diviso in cinque sezioni. In una definisce il contesto economico e sociale italiano ed il piano di rilancio del governo, basato su nove “direttrici di intervento”. Quindi elenca gli obiettive e le sfide per l’Italia e si sofferma sui criteri di selezione dei progetti. Infine, le politiche e le riforme di supporto al piano, dalla Pubblica amministrazione alla ricerca al Fisco, Giustizia e Lavoro. Infine, le risorse disponibili e la politica di bilancio.

Tra le proposte legate al digitale, spazio anche per la realizzazione di datacenter e cloud e l’arrivo dell'”Identità Digitale Unica per cittadini e imprese”.
Per quanto riguarda la sezione dedicata a istruzione, formazione e cultura, il piano ha previsto anche il cablaggio con fibra ottica delle infrastrutture scolastiche e universitarie, l’arrivo di infrastrutture per e-learning e il potenziamento degli asili e i nidi tra zero e sei anni.
Tra i ‘capitoli’ anche il potenziamento della ricerca, la riqualificazione e formazione del personale docente, la digitalizzazione dei processi e degli strumenti di apprendimento. Si punta anche a nuovi strumenti digitali per la tutela del patrimonio culturale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

<strong> Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio </strong> Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano