TikTok, dubbi dall’amministrazione Usa sull’accordo. Trump spinge per la vendita a Oracle

Nel giro di poco tempo dovrebbe arrivare una decisione su TikTok. Ma non tutto potrebbe filare liscio. Stando a quanto si legge sui media Usa la proposta di accordo con Oracle non risolverebbe i timori sulla sicurezza nazionale, con il segretario di stato Mike Pomepo che avrebbe sollevato preoccupazioni sulla transazione. Pompeo riterrebbe infatti che l’accordo, così come è strutturato, consentirebbe alla cinese ByteDance di aver accesso ai dati dei quasi 100 milioni di utenti americani di TikTok anche a operazione completata.

cco (Foto di antonbe da Pixabay)

Tra l’altro Donald Trump ha detto apertamente di non gradire l’idea che il ramo Usa dell’app di microvideo non venga venduto a Oracle. In più, il presidente, che comunque riceverà un rapporto in materia a breve, ha riferito che gli è stato spiegato che non c’è alcuna via legale per garantire che una parte del denaro legata all’operazione vada al governo Usa, come lui aveva chiesto.

Intanto la casa madre ByteDance ha chiarito che l’accordo, al momento non ancora siglato, dovrà essere approvato sia dalle autorità degli Stati Uniti sia da quelle cinesi. “Stiamo discutendo un piano di cooperazione con alcuni gruppi per soddisfare le preoccupazioni del governo degli Stati Uniti sulla sicurezza dei dati degli utenti”, ha spiegato la holding cinese in risposta alle perplessità di Trump, precisando comunque che “il piano non coinvolge la vendita di attività e tecnologie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

WhatsApp, Polizia Postale avverte: attenzione ai furti di account. Ignorare richieste di codici via sms, anche da “contatti amici”

WhatsApp, Polizia Postale avverte: attenzione ai furti di account. Ignorare richieste di codici via sms, anche da “contatti amici”

Privacy, WhatsApp rimanda l’aggiornamento. Intanto Signal vola a Wall Street, ma è l’app sbagliata

Privacy, WhatsApp rimanda l’aggiornamento. Intanto Signal vola a Wall Street, ma è l’app sbagliata

Pierluigi Battista lascia il ‘Corriere della Sera’ dopo 16 anni. “Il mondo è grande e vario”

Pierluigi Battista lascia il ‘Corriere della Sera’ dopo 16 anni. “Il mondo è grande e vario”