Open Fiber, offerta di Macquarie per il 50% della società. L’ad di Enel Starace: almeno un mese per valutare

Condividi

Sul tavolo del Cda di Enel è arrivata l’offerta dell’australiana Macquarie per Open Fiber. “L’abbiamo ricevuta ieri. Non l’abbiamo ancora valutata in Cda, era difficile farlo oggi, ha detto l’ad della società Francesco Starace. “I tempi sono quelli necessari per approfondire cose del genere: parliamo di settimane intere, almeno un mese. Sono tempi abbastanza lunghi, sono offerte che vanno esaminate, non c’è niente di urgente”. “Non abbiamo un calendario che ci corre dietro”, ha aggiunto. “Gestiremo la cosa con i tempi necessari”.

Francesco Starace (Foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Nel dettaglio, come riporta una nota Enel, si tratta di un’offerta vincolante da Macquarie Infrastructure & Real Assets (“MIRA”) per l’acquisto del 50% di Open Fiber, posseduto da Enel. Tale offerta prevede il riconoscimento di un corrispettivo di circa 2,65 miliardi di euro, al netto dell’indebitamento, per l’acquisto della partecipazione, con meccanismi di aggiustamento ed earn out.