TikTok: pioggia di indiscrezioni sul futuro della nuova società. Il fondatore di Instagram, Systrom, in pole per il ruolo di ceo

In attesa del giudizio della Casa Bianca sull’accordo tra ByteDance e Oracle per il futuro di TikTok, continuano a rincorrersi voci e indiscrezioni sulla stampa d’oltreoceano su quale potrebbe essere l’assetto e la struttura della nuova società in cui dovrebbero confluire le attività dell’app di microvideo.

Secondo Bloomberg la newco si chiamerà TikTok Global. Per andare incontro ai timori dell’aministrazione Usa, sono in corso diverse manovre per fare in modo che il controllo finisca in mani americane. In prima linea, spiega il Wall Street Journal, per una quota significativa ci sarebbero Oracle e Walmart. Secondo le fonti, se il piano andrà a buon fine, l’amministratore delegato di Walmart, Doug McMillon dovrebbe ottenere un posto nel cda e TikTok dovrebbe presentare un’offerta pubblica iniziale negli Stati Uniti tra circa un anno.

Kevin Systrom (Foto ANSA/ US QUIRINALE/ PAOLO GIANDOTTI)

Ad aggiungere un altro tassalle è in New York Times, secondo cui il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom potrebbe essere il prossimo ceo di TikTok.
La poltrona di ceo di TikTok è libera dalla fine del mese scorso, dopo le dimissioni di Kevin Mayer. Al momento il ceo ad interim è Vanessa Pappas, direttore generale di TikTok per il Nord America.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”