TikTok propone una coalizione tra social contro i contenuti dannosi. La ceo Pappas: serve memorandum per aiuto reciproco

Tiktok ha proposto agli altri social media una coalizione globale per contrastare la diffusione di contenuti dannosi. La ceo ad interim Vanessa Pappas ha scritto ai responsabili di nove piattaforme proponendo di sviluppare insieme un memorandum d’intesa che incoraggi le aziende a mettersi in guardia a vicenda sulla circolazione di contenuti molto espliciti e violenti, inclusi quelli sul suicidio.

“Lavorando insieme, spiega l’app di microvideo in una nota, potremmo ridurre in modo significativo le possibilità che le persone si imbattano in questi contenuti e subiscano il danno emotivo che la loro visualizzazione può portare, indipendentemente dall’app che utilizzano”.

Vanessa Pappas

Nelle ultime settimane al centro dell’attenzione per le pressioni dell’amministrazione americana sul suo utilizzo negli Usa, e in attesa del parere sull’accordo con Oracle e Walmart, TikTok ha anche presentato un rapporto sulla trasparenza da cui emerge che nei primi sei mesi del 2020 la app cinese ha rimosso 104,5 milioni di video per violazione delle linee guida, pari a meno dell’1% di tutti i filmati caricati sulla piattaforma. Di questi, il 90% è stato eliminato prima che fosse visto da un solo utente. Negli Usa sono stati eliminati 9,8 milioni di video, di cui 41mila per disinformazione e 321mila per violazione delle norme sul linguaggio d’odio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Franceschini (Mic):  in ItsArt ritengo utile e importante coinvolgimento Rai. Barachini: Vigilanza preparerà un atto

Franceschini (Mic): in ItsArt ritengo utile e importante coinvolgimento Rai. Barachini: Vigilanza preparerà un atto

Sanremo 2021, prima serata: perchè Ama e Fiore calano. L’uscita degli over 55, non compensata dal buon aumento dei giovani. Fuga dei 75+

Sanremo 2021, prima serata: perchè Ama e Fiore calano. L’uscita degli over 55, non compensata dal buon aumento dei giovani. Fuga dei 75+

Il presidente della Germania, Steinmeier: “social pericolo per democrazia”. E Facebook paga gli editori dei quotidiani tedeschi

Il presidente della Germania, Steinmeier: “social pericolo per democrazia”. E Facebook paga gli editori dei quotidiani tedeschi