Atlantia avvia il processo di dismissione della partecipazione in Autostrade

Il cda di Atlantia ha deliberato l’avvio del processo di dismissione della partecipazione in Autostrade per l’Italia. In particolare, riferisce una nota, è stato “avviato un processo ‘dual track’: vendita dell’intera quota dell’88% del capitale di Aspi tramite processo competitivo o, in alternativa, scissione parziale e proporzionale e conferimento di, rispettivamente, il 55% e il 33% del capitale sociale di Aspi nella neo-costituita Autostrade Concessioni e Costruzioni Spa da quotarsi in Borsa con l’uscita di Atlantia dal suo capitale”.

Fabio Cerchiai

La scelta del doppio binario, precisa il comunicato, è stata assunta dopo aver “preso atto delle difficoltà emerse nelle interlocuzioni con Cassa depositi e prestiti, fermo restando l’auspicio che queste possano essere quanto prima superate”. Il processo ‘dual track’, afferma ancora Atlantia, “è rivolto sia a Cassa depositi e prestiti che ad altri investitori istituzionali nazionali ed internazionali” ed entrambe “le operazioni sono sottoposte ad alcune condizioni sospensive, tra cui la finalizzazione dell’Atto transattivo tra Aspi e il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.
L’assemblea degli azionisti che esaminerà il progetto di scissione sarà convocata per il 30 ottobre 2020.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”