Facebook: in arrivo misure per regolare le discussioni tra dipendenti su temi sociali e politici

Facebook chiederà ai propri dipendenti di moderare gruppi di discussione interni su tematiche politiche, sociali e altri argomenti non legati all’attività della società, una mossa con cui intende porre un freno al dibattito in azienda su questioni che creano polarizzazioni.

Il social media ha spiegato che tale misura sarà accompagnata da una serie di restrizioni relative al modo in cui i dipendenti possono esprimere le loro opinioni su argomenti sociali controversi attraverso gli strumenti di comunicazione aziendali, arrivando a un inasprimento della policy relativa alla “comunicazione rispettosa sul posto di lavoro”.

Il quartier generale di Facebook a Menlo Park (Foto Ansa – EPA/PETER DaSILVA)

Il colosso dei social media ha adottato tali cambiamenti per rispondere alle preoccupazioni sollevate da alcuni dipendenti rispetto al fatto che il dibattito interno all’azienda era diventato ormai troppo politico, con la società che ha dovuto far fronte negli ultimi mesi a dure critiche o affermazioni poco lusinghiere pubblicate attraverso gli strumenti di comunicazione interni.

“Quello che abbiamo compreso dai nostri dipendenti è che vogliono la possibilità di partecipare a dibattiti su questioni sociali e politiche piuttosto che vedere tali contenuti inaspettatamente nel loro feed di lavoro”, ha riferito il portavoce di Facebook Joe Osborne. “Quindi stiamo aggiornando le nostre politiche e gli strumenti di lavoro per assicurarci che i nostri dipendenti abbiano voce e possibilità di scelta”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza