Libri scolastici e pregiudizi razzisti. Aie: impegno e attenzione per la qualità dei testi

L’Associazione Italiana Editori ha appreso che un paio di testi scolastici per le scuole primarie contengono vignette che potrebbero essere male interpretate e alimentare così pregiudizi razzisti.

Ricardo Franco Levi (Foto ANSA)

Così una nota dell’associazione degli editori che prosegue: sulla base del codice di autoregolamentazione del settore editoriale educativo che, tra le altre cose, rigetta contenuti che comportino discriminazioni di qualsiasi tipo, in pieno coordinamento con l’associazione, gli editori hanno deciso di intervenire sul testo là dove possibile (in uno dei due casi evidenziati dalla stampa il libro è fuori commercio), in modo da eliminare qualsiasi spazio di ambiguità. AIE conferma inoltre – come già ribadito al Ministero dell’Istruzione – il suo impegno e la sua disponibilità per una costante attenzione verso la qualità dei testi scolastici, nel pieno rispetto della singola responsabilità editoriale e imprenditoriale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

SportLab, il 29 ottobre un convegno online sul futuro dell’industria dello sport per festeggiare i 75 anni di Stadio e Tuttosport

SportLab, il 29 ottobre un convegno online sul futuro dell’industria dello sport per festeggiare i 75 anni di Stadio e Tuttosport

Usa: i ceo di Facebook, Twitter e Google testimoniano in Senato

Usa: i ceo di Facebook, Twitter e Google testimoniano in Senato

TOP 100 SITI DI INFORMAZIONE – Audiweb Week 12-18/10: quotidiani in crescita, primo Corriere, poi TgCom24

TOP 100 SITI DI INFORMAZIONE – Audiweb Week 12-18/10: quotidiani in crescita, primo Corriere, poi TgCom24