‘Stop alle Offese’: Reputation Manager assiste le vittime di insulti sui social

Chi viene offeso sui social, anche una sola volta, può ottenere il risarcimento per il danno subito, in modo gratuito. Il servizio, a cura di Reputation Manager, si chiama “Stop alle Offese” e si rivolge a tutti, dalle persone comuni a personaggi noti. La società che è da anni un autorevole riferimento nell’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online, diventa quindi anche una piattaforma (www.stopalleoffese.it) alla quale si possono inviare direttamente segnalazioni critiche. Il servizio è totalmente gratuito per chi è vittima di offese sui social: tutte le spese legali e tecniche sono sempre a carico di chi offende. Reputation Manager, inoltre, si impegna a non addebitare mai alcun costo alle vittime, a prescindere dall’esito del procedimento. Il CEO Andrea Barchiesi spiega: “Lavoriamo da sedici anni per tutelare la reputazione online di aziende, personaggi e cittadini, abbiamo gestito uno dei primi casi di revenge porn in Italia, ma oggi l’odio va oltre le situazioni di conflitto pregresso, è estemporaneo e pervade tutte le interazioni social, passando anche dal semplice insulto. Per rendere i social un posto migliore va data a tutti la possibilità di difendersi, non solo ai vip. Vogliamo estendere a tutti gratuitamente l’opportunità di tutelarsi e ottenere un giusto risarcimento”.

 

Una svolta che è stata favorita anche da quanto è accaduto con la pandemia. “Dal lockdown in poi, quando le interazioni online hanno subito un’impennata improvvisa – aggiunge Barchiesi – abbiamo visto triplicare le segnalazioni che riceviamo ogni giorno. Fino a qualche tempo fa, chi arrivava a chiedere aiuto subiva situazioni più complesse e reiterate come stalking, cyberbullismo, sexting fino ad arrivare a reati gravi come il revenge porn. Ora l’odio è estemporaneo, pervade qualsiasi tipo di scambio sui social, dalla banale discussione calcistica che degenera in insulti personali, agli scontri sulla pandemia dove si addita l’altro come untore o gli si augura addirittura la morte per un commento. Anche questo è reato”.

Andrea Barchiesi

Andrea Barchiesi

Dietro a ‘Stop alle Offese’ c’è una realtà strutturata composta da legali, data scientist, esperti di web intelligence che da anni gestisce casi di diffamazione online e tutela la reputazione dei suoi clienti dai contenuti che ledono la loro reputazione.

Reputation Manager è inoltre impegnata da tempo sul fronte dell’educazione digitale. Dal 2018 ha incontrato 41.200 studenti e quasi 1000 genitori in 200 scuole, per un totale di 460 lezioni sull’uso consapevole del web e la salvaguardia della propria reputazione online. Per questo progetto ha vinto il Premio Adriano Olivetti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020