‘Bell’Italia’ insieme alla ‘Gazzetta dello Sport’ sulle Strade del Giro, con tappe enogastronomiche

Le strade del Giro quest’anno ci hanno preso ‘gusto’. Il nuovo numero di Bell’Italia, uscito in 200mila copie sabato 3 ottobre allegato alla Gazzetta dello Sport, coniuga ciclismo e cibo.

Il mensile di Cairo Editore diretto da Emanuela Rosa-Clot per il quarto anno segue tappa per tappa il Giro d’Italia. Ma visto che nel 2020 del Covid-19 l’appuntamento ciclistico è stato spostato a ottobre (questa 103esima edizione, partita sabato, proseguirà fino al 25/10), Bell’Italia ha scelto di affiancare alla corsa una serie di itinerari enogastronomici.
Tradizionalmente, spiega Rosa-Clot, il giornale in questo mese si occupava dei luoghi del vino, ed è per questo che la sua nuova versione autunnale propone una serie di itinerari che “rendono ancora più suggestiva la corsa, con un’emozione che va ben oltre il gesto sportivo” e valorizza il patrimonio del territorio.

I servizi del numero – prezioso anche per chi non ama particolarmente il vino o la corsa – attraversano tutta Italia, dando ampio spazio alle visite culturali, con i patrimoni storici e naturalistici più suggestivi, dalla Sicilia con Monreale, località di partenza del Giro, alle Alpi, da Matera al Friuli.
Oltre 500 gli indirizzi di alberghi, ristoranti, b&b, locande, piccole botteghe artigianali e cantine…

Lo chef Andrea Aprea

Ma soprattutto, per ognuna delle 21 tappe uno chef stellato propone una ricetta dedicata e racconta il suo rapporto con la bicicletta e la corsa. Il primo è stato Andrea Aprea, 2 stelle Michelin, chef del Vun in Galleria a Milano.
Per questo numero speciale, la raccolta pubblicitaria è cresciuta del 45% e gli inserzionisti del 21%, rispetto al numero monografico del 2019.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020