‘Relazioni’, un trimestrale contro le disuguaglianze, firmato dai professionisti della comunicazione

Esce il 14 ottobre il primo numero del trimestrale Relazioni diretto da Stefano Lai, Luca Sossella editore. Il progetto è nato come  stimolo per chi crede che le relazioni siano una risorsa personale, sociale ed economica, la cui gestione può favorire la nascita di una società più giusta ed equilibrata.

Stefano Lai, a lungo direttore della comunicazione di grandi aziende, ha deciso di dar vita a questo giornale in seguito del dibattito avviato dagli ‘Aprilanti’, gruppo di professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione, durante il lockdown.
In quel difficile periodo, ognuno di loro ha sentito l’esigenza di ridiscutere la gestione delle relazioni in modo più attento e critico, per contribuire a formare una società più attenta alle disuguaglianze e all’equilibrio economico. Nello stesso tempo, cercando di recuperare quella progettualità  e visione di lungo periodo che negli ultimi anni sembra essersi persa.

Come scrive l’editoriale del primo numero: “Abbiamo favorito la creazione di questo mondo, come possiamo rendere possibile la nascita di un mondo migliore, più equo e bilanciato, più giusto e meno lacerato dalle disuguaglianze? Non si tratta di rinnegare la globalizzazione, che resta un evento per moltissimi aspetti positivo, ma di cominciare a considerare anche le conseguenze controverse e apertamente critiche, e cercare di individuare soluzioni possibili”.
Il target cui si rivolge Relazioni con le sue 10mila copie sono i comunicatori, ma anche i ‘decisori’, pubblici e privati, le università e gli studenti. Il tutto con un giornale cartaceo, affiancato però da media digitali (social, sito, podcast) e incontri dal vivo in teatro.
Il progetto grafico è stato realizzato da Maiarelli Studio di New York, e grande attenzione viene data alle immagini con una selezione di grandi fotografi e di giovani talenti internazionali.

Il primo numero si intitola ‘Gli Stati Uniti, domani’: approfondimenti, analisi, immagini e visioni verso (e oltre) le elezioni americane del 3 novembre. Vi si trova una esclusiva intervista a Noam Chomsky di Luca Mastrantonio.
Fra gli altri collaboratori: Marco Bardazzi, Maria Pia Rossignaud, Derrick de Kerckhove, Simone Pieranni, Franco Berardi Bifo, Alessandro Carrera, Alberto Abruzzese, Aldo Bonomi, Patrizia Luongo, Gloria Manzelli, Stefano Lai, Pierfrancesco Maran, Stefan Kaegi, Giacomo Pedini, Maura Latini, Susanna Stefani, Stefano Rolando, Valentina Parasecolo, Walter Bruno, Luca Barbieri, Massimo Tafi, Biagio Oppi, Luca Sossella, Davide Rampello.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020