Nuovi vertici per l’Ebu: Delphine Ernotte Cunci nominata presidente, Petr Dvořák vice

Cambio ai vertici dell’Ebu, European Broadcasting Union, l’associazione che riunisce principalmente diversi operatori media pubblici e privati europei, ma nella quale sono inserite anche emittenti degli altri continenti. A partire dal primo gennaio 2021, a ricoprire la carica di presidente sarà Delphine Ernotte Cunci, ceo di France Télévisions, mentre vicepresidente sarà Petr Dvořák, attualmente direttore generale della televisione ceca.

Eletti a maggioranza assoluta durante l’assemblea generale, i nuovi vertici, in carica per due anni, hanno il compito di guidare l’executive board dell’associazione.

Delphine Ernotte Cunci e Petr Dvořák

Dal 2015 è alla guida della tv francese, Ernotte Cunci in precedenza è stata per oltre 25 anni in Orange, l’ex France Télécom), ricoprendo anche la carica di ad tra il 2011 e il 2015. Attualmente è vicepresidente Ebu e nel suo nuovo ruolo andrà a sostituire Tony Hall, ex dg della Bbc.

“La crisi sanitaria ha sottolineato l’importante ruolo democratico svolto dai media del servizio pubblico nell’accesso a informazioni gratuite e affidabili”, ha detto Ernotte Cunci. “La diversità dei nostri paesi e delle nostre culture è uno dei principali punti di forza per affrontare le piattaforme multimediali globali e, ovviamente, farò affidamento su di essa”.

Per quanto riguarda Dvořák, in Repubblica Ceca è direttore del servizio pubblico tv dal 2011. In precedenza è stato vicepresidente senior di Central European Media Enterprises e ha anche lavorato come direttore generale di TV Nova, il gruppo televisivo commerciale di maggior successo nel paese.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020