Sole 24 Ore: Veronica Diquattro entra nel cda

Veronica Diquattro è entrata a far parte del Consiglio di Amministrazione del Sole 24 ORE come consigliere non esecutivo e non indipendente. Diquattro, chief customer & innovation officer di Dazn è stata cooptata nel board in sostituzione di Marcella Panucci.Il suo ingresso, spiega una nota dell’editrice, segue “i comunicati stampa del 17 luglio, del 20 luglio e del 23 luglio 2020 relativi, rispettivamente, alle dimissioni dell’Avv. Panucci da consigliere non esecutivo, alle dimissioni della dott.ssa Vanja Romano da Consigliere non esecutivo indipendente e alla nomina per cooptazione dell’Avv. Mirja Cartia d’Asero a consigliere non esecutivo indipendente in sostituzione della stessa dott.ssa Romano”.

Veronica Diquattro (foto uff stampa Dazn)

Veronica Diquattro (foto uff stampa Dazn)

Laureata in economia all’Università di Bologna, con un master in International Management all’Università Bocconi, Diquattro ha lavorato in realtà come L’Oréal, Bmw e Ferrari. Più recentemente, prima di entrare in Dazn, ha ricoperto ruoli di primo piano in Google e Spotify.
La manager resterà in carica nel cda del Sole 24 Ore fino alla prossima assemblea degli azionisti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Franceschini (Mic):  in ItsArt ritengo utile e importante coinvolgimento Rai. Barachini: Vigilanza preparerà un atto

Franceschini (Mic): in ItsArt ritengo utile e importante coinvolgimento Rai. Barachini: Vigilanza preparerà un atto

Sanremo 2021, prima serata: perchè Ama e Fiore calano. L’uscita degli over 55, non compensata dal buon aumento dei giovani. Fuga dei 75+

Sanremo 2021, prima serata: perchè Ama e Fiore calano. L’uscita degli over 55, non compensata dal buon aumento dei giovani. Fuga dei 75+

Il presidente della Germania, Steinmeier: “social pericolo per democrazia”. E Facebook paga gli editori dei quotidiani tedeschi

Il presidente della Germania, Steinmeier: “social pericolo per democrazia”. E Facebook paga gli editori dei quotidiani tedeschi