Nuovo Mondo Economico è online, edito dal Centro Einaudi di Torino

dall'8 ottobre

Torna a vivere Mondo Economico, lo storico settimanale di economia finanza, politica e cultura edito dal 1947 dalla Società editoriale Mondo Economico SEME, un settimanale che negli ultimi 50 anni del secolo scorso rappresentò una fonte di informazione autorevole. Nel 1997 cessò le pubblicazioni nel quando per l’editoria la situazione si era fatta difficile e stava sorgendo il tempo della rete. Ed e’ on line che rinasce la testata.


Ma in questo tempo c’è ancora lo spazio per il ragionamento? Può servire un nuovo strumento di idee e di dibattito? Se lo è chiesto Giuseppe Russo, l’economista che dirige il Centro Einaudi di Torino, prestigioso organismo dove ancora si applica il “conoscere per deliberare” come metodo di indagine del reale e che svolge attività di ricerca, negli ambiti dell’economia politica, dell’economia internazionale, delle social policy e del welfare, che ha deciso di riportare in vita la testata. “Un periodico di analisi economica puo’ essere un contributo per coloro che cercano approfondimento, una solida base di dati, non la critica facile ma la proposta concreta, e vogliamo provare a proporre soluzioni, partendo da qui”, spiega Giuseppe Russo.

Giuseppe Russo

La testata trasformata in ‘nuovo Mondo Economico.eu‘ con il sottotitolo ‘Lettera liberale di economia, finanza, politica e cultura’’, ha una bella grafica elegante ispirata alla titolazione del rapporto annuale del Centro Einaudi sull’Italia nell’economia globale, ed e’ solamente on line, in abbonamento ( 12 euro al mese) anche sul sito del Centro Einaudi https://www.centroeinaudi.it/notizie-in-evidenza/5474-nuovo-mondo-economico.html.

Francesco Antonioli

Francesco Antonioli, a lungo firma del Sole 24 Ore, dopo essere stato all’Ansa, all’ Avvenire, a Raidue, e’ il direttore del ‘nuovo Mondo Economico’ che puo’ contare sui tanti prestigiosi membri e collaboratori del Centro Einaudi esperti di economia, di finanza, di politica e di cultura. “Ci saranno sempre Giorgio Arfaras, Adriana Cantamessa, Adriana Castagnoli, Mario Deaglio, Paolo Migliavacca”, dice Russo, ma siamo aperti ai contributi e alle riflessioni della comunità dei decisori, a cui ci rivolgiamo, agli amministratori delle società quotate, a chi ha responsabilità di governo. Sul primo numero e’ presente l’industrale Andrea Illy”.
“Nelle intenzioni del progetto, su cui ci siamo dati un ‘orizzonte di due anni per andare a regime”, spiega il direttore Antonioli,” c’e’ una narrazione e una analisi del vero, per brutto che sia, ma anche del possibile. Ci piace chiamarlo l’ottimismo della volontà, quella forza nitida che ispira i migliori imprenditori, i migliori uomini di affari, i migliori politici. Da civil servant, naturalmente.Sempre curiosi, pronti alla interdisiciplinarità e alle sue contaminazioni”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020