Digitale, l’economia dei dati per l’Italia potrebbe valere almeno 50 miliardi di euro, il 2,8% del Pil – VIDEO

L’economia dei dati potrebbe valere per l’Italia il 2,8% del Pil, pari ad almeno 50 miliardi. A sottolinearlo un report presentato da EY alla Capri Digital summit che ha organizzato; il lavoro, redatto in collaborazione con Ict Consulting, spiega come l’Italia sfrutti in minima parte questo potenziale e individua come priorità intervenire sulle piccole e medie imprese e sulla pubblica amministrazione.

Il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio interviene all ‘ “EY Capri Digital Summit 2020”

“Servono investimenti mirati, sfruttando anche le chance offerte dal Recovery Fund, per accelerare l’evoluzione e l’estensione delle infrastrutture digitali, che consentirebbero di recuperare competitività a livello europeo e superare il digital divide, e per accrescere la cultura tecnologica di imprese e cittadini”, ha detto Donato Ferri di EY.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020