Recovery Fund: il settore audiovisivo chiede di avere una parte dei fondi europei destinati  al digitale 

Le numerose associazioni del settore chiedono al Governo  di impegnarsi a livello europeo perche ‘ nel 20% dei fondi da destinare al digitale siano comprese anche risorse  per la produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi e media.

 

  All’istanza  a firma dei Presidenti Franco Siddi (CRTV) e Francesco Rutelli (ANICA) si sono uniti i presidenti di altre associazioni di settore: Giancarlo Leone (APA), Marco Valerio Pugini (APE) e Anne Sophie Vanhollebeke (CARTOON ITALIA). La lettera ai ministri competenti chiede, partendo dalle difficoltà di sistema indotte dal Covid-19, una particolare attenzione a un’industria che per coefficiente di creatività, innovazione permanente e valore identitario ha un ruolo fondamentale nell’agenda digitale italiana ed europea e un alto potenziale a livello internazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020