- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

L’Ue pensa a regole più stringenti per le big tech, per frenare il loro potere sul mercato

L’Ue sta stilando una lista di una ventina di grandi società di internet, che saranno soggetti a regole più stringenti nel tentativo di frenare il loro potere sul mercato. Lo riporta il Financial Times [1], citando alcune fonti, secondo le quali della lista fanno parte giganti della Silicon Valley come Apple, Google e Facebook. 

Le piattaforme – scrive Ft -, dovranno rispettare un regolamento più severo nei confronti dei concorrenti più piccoli e saranno obbligate a condividere i dati con questi, oltre a essere più trasparenti sulla raccolta delle informazioni. In casi estremi, l’Ue cercherà di affrontare i problemi strutturali scindendo le società o costringendole a vendere unità, se non rispettano le regole sulla concorrenza.

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Ue (Foto EPA/SASCHA STEINBACH)

L’elenco verrà compilato in base alla quota di ricavi sul mercato e al numero di utenti e potrebbe includere anche società che costringono i concorrenti a utilizzare le proprie piattaforme per commerciare. Secondo il quotidiano, l’iniziativa da parte della Commissione Ue potrebbe accelerare le misure da intraprendere per riequilibrare il mercato dei big tech più rapidamente.