Blackout nello streaming dei match: Lega Pro inferocita con Eleven Sports

Due blackout in quattro giornate. La Lega Pro è inferocita con Eleven Sports, la società anglo-italiana controllata da Andrea Radrizzani, il proprietario del Leeds, che cura il canale tv via streaming del campionato di Serie C. In due occasioni, durante le partite della prima e della quarta giornata, gli utenti non hanno potuto vedere le gare a causa di inconvenienti tecnici che hanno oscurato le trasmissioni.

Francesco Ghirelli

Sono ovviamente partite le proteste degli abbonanti insoddisfatti. E la Lega Pro ha reagito in modo molto deciso: “Ci siamo attivati immediatamente per avere urgenti e precise risposte anche per il futuro, ha detto il presidente Francesco Ghirelli, la nostra irritazione è altissima e non ci limiteremo a chiedere semplici spiegazioni. Chiedo scusa ai nostri tifosi. Faremo tutto ciò che è in nostro potere per consentire di continuare a seguire la propria squadra del cuore. L’impossibilità di far accedere il pubblico allo stadio ci carica di una responsabilità ancora maggiore: assicurare la visione delle partite senza alcuna difficoltà di trasmissione”.

Il danno, infatti, è duplice. Senza spettatori sulle tribune, a causa delle porte chiuse per la pandemia, l’unico modo di dare visibilità alla Serie C è quello delle dirette su Eleven Sports (oltre al posticipo del lunedì sera in chiaro su Rai Sport). Uno strumento quindi indispensabile anche dal punto di vista commerciale per gli sponsor delle 60 squadre, divise nei tre gironi della Lega Pro.

La Lega Pro, che ha intrapreso le azioni necessarie per ottenere il pagamento dei danni, chiede a Eleven Sports di risarcire i tifosi. E vuole garanzie immediate sul fatto che la piattaforma reggerà in futuro senza ulteriori crolli. Ghirelli ha convocato il direttivo per lunedì prossimo in modo da prendere rapidamente le opportune decisioni dopo aver ricevuto le spiegazioni di Eleven Sports e aver visto la risposta dello streaming nel corso della quinta giornata di campionato. Con tutti questi chiarimenti sul tavolo, sarà possibile stabilire come muoversi. Fino a una possibile interruzione del rapporto con l’ingresso di un nuovo partner televisivo più affidabile.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nuova licensing partnership tra Milan e Repx

Nuova licensing partnership tra Milan e Repx

Discovery rinnova i diritti del Roland Garros fino al 2026. Il torneo trasmesso sui canali e servizi ott del gruppo

Discovery rinnova i diritti del Roland Garros fino al 2026. Il torneo trasmesso sui canali e servizi ott del gruppo

Uefa si ferma. Stop al procedimento contro Juve, Barcellona e Real

Uefa si ferma. Stop al procedimento contro Juve, Barcellona e Real